Archivio mensile:aprile 2015

10788

CRA Campania

Il Corso di Aggiornamento per Osservatori Arbitrali

A Nola, presso una struttura alberghiera, sabato 18 aprile si è tenuto il Corso di Aggiornamento. Gli onori di casa toccano al Presidente della Sezione di Nola, Severino Vitale. Dopo, il saluto del Presidente regionale Virginio Quartuccio. Poi spazio alla Commissione presieduta dal componente del Comitato Nazionale, Maurizio Gialluisi, e composta dal Vice Responsabile del Settore Tecnico Vincenzo Fiorenza, dal componente del Settore Tecnico Cristiano Partuini e dal Vice Presidente regionale Oreste Alfano.
In mattinata, gli Osservatori sono stati sottoposti ai test tecnici, composti da ben trentasei domande. Poi Fiorenza e Partuini hanno illustrato cosa vuole l’AIA oggi dagli Osservatori, come si deve giudicare l’arbitro e come si fa il colloquio finale. Il ruolo degli osservatori arbitrali è di fondamentale rilevanza. Sono sostanzialmente coloro che valutano la prestazione di un arbitro, e che alla fine determinano la loro carriera. Non un ruolo facile. Ecco perché è importante avere ex arbitri molto qualificati che siano in grado anche di valutare il lavoro dei giovani colleghi. Valutare la prestazione di un arbitro non è la cosa più semplice del mondo. Un osservatore valuta la prestazione atletica di un arbitro, la sua capacità di stare in campo, la sua capacità di imporre il rispetto in campo. In generale anche la personalità dimostrata nel prendere le varie decisioni.
Nel pomeriggio, i trentaquattro Osservatori campani assieme alla Commissione hanno assistito alla gara Cicciano – Ponte, giocata a Cicciano, dove hanno visionato il giovane Cirillo di Torre Annunziata. Dopo hanno svolto la relazione sull’arbitro, poi il colloquio finale con la Commissione.

di Giovanni Aruta

Nella foto in evidenza, gli esaminandi e la Commissione in tribuna al campo sportivo di Cicciano.
Nelle altre foto, alcuni momenti della giornata.

10775

Sezione di Ariano Irpino

L’incontro con Gianluca Aureliano, arbitro CAN B

Nei giorni scorsi, presso la Sezione di Ariano Irpino è stato in visita Gianluca Aureliano della Sezione di Bologna, arbitro in forza alla CAN B. Dopo i saluti di benvenuto da parte del Presidente della Sezione, Francesco Grasso, la serata è entrata subito nel vivo. Gianluca nell’introduzione ha fatto cenno alle origini della cittadina del tricolle, parlando dell’insediamento archeologico di Aequum Tuticum, esaltando il ruolo di crocevia svolto dalla cittadina in epoca antica tra il Tirreno e l’Adriatico.
Subito dopo la discussione si è spostata sull’aspetto motivazionale e comportamentale dell’arbitro; servendosi di citazioni illustri Gianluca ha elencato tutte le caratteristiche comportamentali dell’arbitro, invitando i ragazzi ad essere sempre se stessi. L’ultima caratteristica su cui si è soffermato è stata la “perseveranza”, una componente da cui ciascuno di noi non può prescindere.
Terminata la disquisizione l’ospite è stato letteralmente sommerso dalle domande e dalle curiosità rivoltegli dalla platea, alle quali Gianluca ha risposto con estrema puntualità. Dopo la consueta foto di gruppo la bellissima serata si è conclusa presso un noto ristorante del luogo.

di Giovanni Aruta

Nelle foto, alcune immagini della serata.

10760

CRA Campania

Il Corso di Qualificazione per Osservatori Arbitrali

Domenica 12 aprile, nella Sezione di Frattamaggiore, si sono tenuti gli esami per il ruolo di Osservatore Arbitrale. Ben ventotto associati della regione che, smesso di arbitrare, sono stati immessi in questo nuovo ruolo.
Gli onori di casa toccano al Presidente della Sezione locale, Michele Affinito. In mattinata gli esaminandi hanno sostenuto i quiz tecnici, poi si sono ritrovati allo stadio di Frattamaggiore per assistere ad una gara diretta dal giovane arbitro Crispino, giudicandone la prestazione.
La Commissione, diretta dal Presidente Leonardo Perdonò di Foggia e composta da Stefano Ayroldi di Molfetta, dal Vice Presidente regionale Oreste Alfano, dal Presidente della Sezione di Battipaglia Angelo Cappelli, ha valutato il lavoro dei futuri Osservatori arbitrali. Nel pomeriggio poi la conclusione con il colloquio finale con la Commissione.
Il ruolo degli Osservatori è fondamentale nella crescita degli arbitri. Sta a loro valutare l’operato di un direttore di gara e misurarne le potenzialità.
Il Presidente regionale Virginio Quartuccio traccia un bilancio: «Nel nostro mondo la formazione è sempre presente e per formare i nostri Osservatori arbitrali investiamo molto».

di Giovanni Aruta

Nella foto in evidenza, da sn. Cappelli, Alfano, Russo, Ayroldi, Affinito e Perdonò. Nelle altre immagini, alcuni momenti della giornata.

IMG_0470

Cra Campania

A Nola il Corso di Qualificazione per Osservatori di Calcio a 5

Sabato 11 aprile a Nola si sono tenuti gli esami per Osservatore Arbitrale per il Calcio a cinque. Sei associati della regione hanno smesso di arbitrare e sono perciò stati immersi nel nuovo ruolo, quello di Osservatore Arbitrale. Sono Raffaele Perrotta di Frattamaggiore, Alfredo Vanacore di Castellammare di Stabia, Francesco Montella di Torre Annunziata, Mario Romano di Torre del Greco, Michele Senatore di Battipaglia e Vincenzo Maria Scarpato di Ercolano.
L’iter seguito è stato più o meno lo stesso dello scorso anno: mattinata con test e lezioni teoriche, poi nel pomeriggio un “esercizio” pratico, visionando una gara ad Acerra e predisponendo le prime “relazioni” nel nuovo ruolo.
Anche per il Calcio a 5 il ruolo di Osservatore Arbitrale è particolarmente delicato. In Campania poi esiste una fresca ma già importante tradizione. Il compito degli osservatori è delicato, dovendo sostanzialmente valutare bene i direttori di gara ed intravedere in loro delle qualità che gli consentano di poter continuare a crescere come arbitri. Per avere grandi arbitri servono grandi dirigenti di Sezione che sappiano istruirli e consigliarli, ma anche grandi osservatori capaci di valutare a pieno le potenzialità, intuendo anche le doti di un giovane collega anche in una giornata di scarsa vena.
La commissione è stata formata dal Presidente Leonardo Perdonò, dal componente del Settore Tecnico Salvatore Santomarco e dal Vice Presidente del Comitato Regionale Arbitri Oreste Alfano. Gli onori di casa li ha fatti il Presidente della Sezione di Nola Severino Vitale, mentre erano presenti anche i due designatori regionali di Calcio a 5, Mario Rossi e Giovanni Belcuore.

di Giovanni Aruta

Nelle foto, alcuni momenti della giornata.

ecco i sei nuovi Osservatori di calcio a 5 foto gruppo osservatori calcio a 5 IMG_0464 IMG_0466 IMG_0477 IMG_0483 IMG_0485

Michele Affinito a sx e Massimo Cumbo

Sezione di Frattamaggiore

Incontro sul Calcio a 5 con Massimo Cumbo

Nella Sezione di Frattamaggiore venerdì 10 aprile si è tenuta la riunione degli arbitri di Calcio a cinque regionali. Una riunione tecnica particolarmente importante perché ha presenziato Massimo Cumbo, il capo della CAN 5.
In sei anni Massimo Cumbo ha fatto un lavoro straordinario, grazie soprattutto al suo travolgente entusiasmo e alla grande capacità di trascinatore che tutti gli attribuiscono. La Campania in questo settore è all’avanguardia nazionale. E Cumbo ha tenuto a sottolineare la cosa: «Il movimento del Calcio a cinque sta crescendo in maniera esponenziale. Il compito di due arbitri è quello di non farci travolgere da questa crescita. Essere al passo con il resto del movimento è la nostra missione, e sin qui devo dire che ci stiamo riuscendo al meglio. In questa regione poi ci sono grandi talenti. Lo sapevamo per quello che riguarda il Calcio a undici, ma devo dire che anche a livello di Futsal gli arbitri della Campania sono all’avanguardia».
Il merito della crescita è del Presidente regionale Quartuccio, che in passato ha diretto la CAN D e fui lui ad istituire l’Organo Tecnico di Calcio a 5. Presenti all’incontro anche i due designatori regionali Belcuore e Rossi, assieme ai ventotto arbitri nazionali che arricchiscono il panorama del Calcio a 5 regionale.

di Giovanni Aruta

Nelle foto, alcuni momenti dell’incontro.

SAMSUNG CSC

Sezione di Agropoli

Santomarco del Settore Tecnico parla di Calcio a 5

Riunione importante quella di venerdì 20 marzo per la sezione A.I.A. di Agropoli: i fischietti cilentani hanno avuto infatti l’onore di ospitare il componente del Settore Tecnico, per quanto concerne il Calcio a 5, Salvatore Santomarco della Sezione di Nola. Oltre a Salvatore, già osservatore alla CAN 5, erano presenti anche gli Organi Tecnici Regionali Mario Rossi e Giovanni Belcuore, nonchè il Mentor Oreste Della Porta della Sezione di Benevento.
Il Presidente Donato Mauro, da buon padrone di casa, ha accolto gli illustri ospiti nella Sezione di Agropoli, sottolineando l’importanza delle riunioni tecniche tenute direttamente da componenti del Settore Tecnico, quali alto momento formativo, di conoscenza e approfondimento del regolamento in tutte le sue sottigliezze e sfaccettature.
La riunione è poi entrata nel vivo e Salvatore Santomarco ha interagito attivamente con la numerosa platea, spiegando dapprima le prerogative principali del Calcio a 5 e poi ponendo numerose domande su situazioni limite che possono accadere sul terreno di gioco, specificando come in questi casi ogni piccolo dettaglio possa fare la differenza. Sono state analizzate numerose situazioni che, in una prima fase di lettura, sembravano simili se non del tutto analoghe, ma che poi scomposte nelle varie componenti hanno mostrato differenti modalità di azioni dal punto di vista disciplinare.
Successivamente hanno preso la parola i due Organi Tecnici Regionali che hanno portato il saluto del Presidente del C.R.A. Virginio Quartuccio e che hanno brevemente riassunto la situazione attuale dei ragazzi operanti a livello di commissione regionale, dicendosi soddisfatti del lavoro svolto fino a questo momento della stagione. Un breve intervento è stato tenuto dal Mentor Oreste Della Porta, che ha spiegato il suo ruolo e la sua funzione all’interno della commissione regionale, sottolineando come i talent siano una risorsa importante per il futuro e che quindi bisogna guidarli in ogni gara per strutturarli dal punto di vista arbitrale.
A conclusione dei lavori il Presidente Donato Mauro ha ringraziato il Presidente del C.R.A. per aver permesso questa importante riunione e ha salutato gli ospiti, dando loro un piccolo ricordo della serata. Durante la serata c‘è stata anche la festa a sorpresa fatta al collega neo immesso alla CAN BS Francesco Cardone, organizzata dal Consiglio Direttivo Sezionale, con una torta raffigurante un campo di Beach Soccer per festeggiare il risultato positivo conseguito in occasione del corso di selezione di Riccione.

di Giovanni Aruta

Nelle foto, alcune immagini della serata.

10712

Sezione di Caserta

Incontro con l’arbitro CAN B Daniele Chiffi

Giovedì 26 marzo è stata per la Sezione Arbitri di Caserta una giornata da incorniciare. Ha avuto il piacere di ospitare nell’ambito delle visite alle Sezioni da parte degli arbitri e dirigenti di vertice l’arbitro CAN B Daniele Chiffi della Sezione di Padova. L’incontro con Daniele è iniziato nel pomeriggio quando ha voluto partecipare alla seduta di allenamento del polo sezionale con gli arbitri desiderosi di conoscere le caratteristiche atletiche di un arbitro nazionale. Proficua seduta di allenamento dove Daniele ha dato suggerimenti sul rettangolo di gioco, sul modo di spostarsi e posizionarsi. Per tutti è stato un piacere vederlo correre con tanti ragazzi della Sezione.
Finito l’allenamento, tutti in Sezione per l’incontro tecnico. Dopo le raccomandazioni di rito da parte del Presidente Antonio Santangelo, Daniele ha iniziato il suo intervento esortando i giovani a frequentare la Sezione, palestra tecnica e scuola quotidiana di regolamento. Dopo un breve excursus sulla sua carriera arbitrale è passato alla proiezione di alcuni filmati delle sue direzioni che sono state oggetto di discussione e approfondimento. Una serata “animata” da Daniele Chiffi con tanta semplicità e giovialità che lascerà il segno in particolare nei giovani arbitri, desiderosi di confrontarsi con un arbitro nazionale.
La serata si è conclusa in noto locale casertano, dove Daniele ha continuato tra un boccone di pizza ed un sorso di birra a dispensare suggerimenti e… tanta simpatia.
Il Presidente della Sezione di Caserta, Antonio Santagelo è entusiasta: «È stata una giornata ricca di emozioni; – dice Santangelo – i miei ragazzi hanno vissuto con il collega Chiffi qualcosa di eccezionale. Sono queste piccole cose che ci gratificano. Ai miei ragazzi dico sempre, che con la passione, il sacrificio e la responsabilità si ottengono ottimi risultati».

di Antonio Lepore e Giovanni Aruta

Nelle foto, alcune immagini della giornata.

10690

Sezione di Ercolano

Riunione con l’assistente internazionale Tonolini.

Serata con ospite d’eccezione per gli arbitri ercolanesi, alle pendici del Vesuvio, presso il Teatro “Don Orione”, che hanno avuto il piacere di ospitare l’assistente internazionale Mauro Tonolini nella consueta riunione tecnica sezionale.
«Dopo la splendida riunione dello scorso anno con Tagliavento – afferma il Presidente Raffaele Rotondo – anche quest’anno siamo stati fortunati ad avere come ospite uno dei più grandi assistenti del panorama nazionale e internazionale».
Diversi i temi trattati dinanzi ad una vasta platea di giovani arbitri, che colpiti dalla semplicità e dall’umanità del collega, hanno potuto confrontarsi con uno degli assistenti più affermati sul palcoscenico italiano. Mauro, con l’ausilio di alcuni filmati, ha avuto modo di discutere sull’evoluzione del ruolo dell’assistente, sull’importanza di essere sempre concentrati e sull’allineamento, caratteristiche fondamentali insieme ad una buona preparazione atletica, in un calcio sempre più veloce. Diversi aneddoti della sua lunga carriera sono stati raccontati, fra cui l’esperienza a Doha, nella finale di Supercoppa italiana fra Napoli e Juventus.
Prima di terminare la serata in pizzeria, il Vicesindaco di Ercolano, con delega allo Sport, Cozzolino, ha voluto portare il saluto dell’Amministrazione comunale e della Città degli Scavi a Mauro e a tutto il mondo arbitrale, ringraziando per il ruolo sociale e le importanti attività che le Sezioni svolgono sui territori.

di Antonio Acampora e Giovanni Aruta

Nelle foto, alcuni momenti della serata.

Pres. Quartuccio

CRA Campania

Raduno di Eccellenza

Mercoledì 11 Marzo scorso  si è svolto l’ultimo raduno degli arbitri campani di Eccellenza. Sono 29 i fischietti, l’elite regionale in questo ambito, che si sono ritrovati al Pastena di Battipaglia prima per i test atletici poi per quelli tecnici.

Un raduno di fondamentale importanza, l’ultimo stagionale, quando ormai i tornei stanno per entrare nel vivo, con le ultime delicatissime partite, oltre play-off e play out.

Raduni questi voluti dal presidente Quartuccio che si sono ripetuti durante tutta la stagione con il duplice scopo di fare squadra, abituare i ragazzi a quelle che sono riunioni del genere che si tengono a livello nazionale, ma anche per monitorare le condizioni fisiche dei ragazzi lungo tutta la stagione. Non che ce ne fosse bisogno, perché gli arbitri a questi livelli sono grandi atleti, in ogni caso l’essere sistematicamente monitorati ha indotto tutti a seguire alla lettera il programma di allenamenti. In mattinata  i migliori arbitri della Campania hanno svolto i test atletici, sotto la guida del presidente Virginio Quartuccio. Nel pomeriggio  presso la sezione arbitrale di Battipaglia, i ragazzi sono stati sottoposti ai test tecnici. Poi c’è  stata   anche l’intervento del Dott. Giuseppe Maio, il quale ha illustrato la corretta alimentazione che un arbitro deve seguire.

“Sono molto soddisfatto di come siano andati questi test. In generale sono molto soddisfatto di come i ragazzi abbiano seguito il nostro programma di lavoro per l’intera stagione. Abbiamo potuto verificare sul campo i loro miglioramenti, ed anche la serietà con la quale hanno seguito i i nostri consigli”.

di Giovanni Aruta

Sezione Battipaglia parla Costa Quartuccio a sx e Cappelli pres. Battipaglia Pres. Quartuccio IMG_0443 IMG_0442 IMG_0441 IMG_0440 IMG_0439 IMG_0437 IMG_0431 IMG_0429 IMG_0427 IMG_0404 IMG_0401 IMG_0400 IMG_0398 IMG_0396 IMG_0395 IMG_0394 Dott Maio e Quartuccio