Archivio mensile:giugno 2015

10944

CRA Campania

Torneo di Paola

Lo scorso weekend si è tenuto il Memorial “Andrea e Gianluca”, torneo nazionale intitolato a due arbitri scomparsi prematuramente, Gianluca Agosto e Andrea Mandarini, che si disputa con cadenza annuale tra le squadre di calcio di diverse sezioni arbitrali.
Il torneo organizzato dalla sezione di Paola con l’ineccepibile coordinazione di Marco Vommaro, giunge alla IX edizione mettendo di fronte le sezioni di Napoli, Campobasso, Cassino, Formia, Nocera, oltre alle sezioni calabresi di Paola, Cosenza, Crotone, Catanzaro, Rossano, Locri e Reggio Calabria. Dodici squadre divise in tre gironi si affrontano in gare da due tempi di 20 minuti, passano solo le prime e la migliore seconda. Vietato sbagliare.
Nel girone A passano i padroni di casa con 7 punti e zero reti subite. Reggio Calabria regola il girone B con tre vittorie, l’ultima con Formia per una rete a zero, risultato che consente anche ai laziali di accedere alle semifinali in virtù di una miglior differenza reti. Nel girone C domina Napoli, 3 vittorie, 12 reti fatte, 0 subite. Di pregevole fattura la girata al volo di Fabio Maresca che fissa il risultato contro Locri sul 2 a 0.
Il sorteggio svoltosi durante la cena di gala, ospiti dello splendido residence La Castellana, mette sulla strada per la finale ancora una volta Napoli e Paola che eliminano rispettivamente Formia e Reggio Calabria.
Stadio “E.Tarsitano”, Napoli e Paola, una finale quasi annunciata ripetutasi già in diverse edizioni. Primi minuti equilibrati con le due squadre che si studiano e giocano accorte per evitare errori in avvio. Con il passare del tempo però, la supremazia territoriale di Napoli aumenta vistosamente con Paola che si affida a qualche sporadica ripartenza. Il primo affondo è di Monda, che con una semplicità disarmante calcia dal limite insaccando alla destra del portiere. Il raddoppio non si fa attendere, da un cross dalla destra con l’incontenibile Monda ben posizionato sul secondo palo nasce la più classica delle autoreti nel disperato tentativo di evitare una comoda rete. I giochi sembrano chiusi quando un calcio di punizione da posizione defilata allo scadere della prima frazione viene calciato magistralmente in porta dal capitano Longo, infilandosi nell’incrocio alla destra di un incolpevole De Gregorio. Non basta però ad invertire l’inerzia della gara, ancora su calcio piazzato la quarta rete della gara, Mirabella da posizione invitante non sbaglia. Nei minuti finali gloria anche per Capitan Auriemma che su calcio di rigore guadagnato da Perillo chiude i giochi e la Coppa torna a Napoli, per la settima volta consecutiva su otto partecipazioni. Applausi.
Occhi lucidi durante la cerimonia di premiazione alle parole di Rino Agosto, Papà di Gianluca, e di Emanuela Mandarini, sorella di Andrea, che ricordano lo spirito di questa festa che si ripete da nove anni e che da nove anni riesce a mostrare quanto sia viva la presenza di questi ragazzi nei cuori di tutti.
Premio Simpatia alla sezione di Campobasso, Premio Disciplina alle sezioni di Cassino e Nocera. Premi individuali al Miglior Portiere del torneo, Stefano Scarangella della Sezione di Formia, ed al Miglior Calciatore Federico Longo della Sezione di Paola, autore peraltro dell’unica rete subita da Napoli nella competizione.
La magistrale punizione di Longo bissa la rete subita su calcio di rigore da Reggio Emilia in quel di Igea Marina. Quattordici partite, Due reti subite, entrambe su palle inattive, Quaranta realizzate. Numeri da record per la squadra di mister Gregoroni che bissa nel migliore dei modi il triplete dello scorso anno.
Arrivederci al prossimo anno, perché di vincere non ci si stanca mai.

di Giovanni Aruta
DSC_8122b (Copia) DSC_8126b (Copia) DSC_8134g (Copia)
a sx massimo costa, ruben e il presidente di sezione di torre di torre del greco Antonio D' Antonio

Regione Campania

Premio per Alberto Ruben Arena

Non solo in serie A c’è la Domenica Sportiva, ma anche in Campania, infatti, l’emittente Tele Vomero che segue ogni domenica le gare di campionato di Eccellenza e Promozione sui campi di gioco con filmati e interviste, ha premiato come miglior arbitro regionale Alberto Ruben Arena di Torre del Greco.

Una ventina di giornalisti hanno deciso di consegnare il premio ad Arena che per loro è stato il miglior arbitro che si è messo in evidenza. Nei giorni scorsi si è tenuta la premiazione: un giorno di festa per il calcio campano. Da anni ormai, a conclusione della stagione sportiva del calcio professionistico e dilettantistico, Tele Vomero Sport organizza una serata di gala, che si è svolta nell’incantevole scenario “Il Giardino di Francesca” della Eventi Convivium di Napoli.

I giornalisti Alfredo e Gigi Paturzo, in collaborazione con Rossella Sambuca hanno premiato giovani calciatori e addetti ai lavori che maggiormente si sono distinti nei campionati appena terminati. E’ stata l’occasione giusta per ripercorrere insieme una stagione che per il calcio campano è stata esaltante.

Un’occasione per premiare tutti i protagonisti, tra questi Alberto Ruben Arena di Torre del Greco, quale miglior giovane arbitro di Promozione ed Eccellenza.

Ruben è figlio d’arte, il papà Francesco Arena di Ercolano ha arbitrato in serie A, l’ultima gara diretta nella massima serie è stata Roma vs Reggina del maggio 1995.

Il Presidente regionale Virginio Quartuccio è contento. “E’ bello vedere che le Tv della Campania ci seguono e premiano i nostri ragazzi. E’ toccato a Ruben, ma nella nostra Regione ci sono tantissimi giovani arbitri come lui”.

di Giovanni Aruta

Nelle foto alcuni momenti della cerimonia.

ruben Arena Arena a sx e il figlio ruben

10946

Sezione di Salerno

Dal 26 al 28 giugno l’A.I.A. Salerno Cup

La sezione A.I.A. “Sabato Memoli” di Salerno guidata dal Presidente Pietro Contente organizza per il terzo anno consecutivo l’A.I.A. Salerno Cup. La manifestazione torna dopo i grandi successi ottenuti dalle precedenti due edizioni che hanno visto il coinvolgimento di circa duecentocinquanta associati provenienti da tutto il panorama nazionale.
Si parte nel pomeriggio di venerdì 26 giugno, mentre nella mattinata di domenica 28 giugno sono previste le finali che assegneranno il trofeo 2015. La manifestazione si svolgerà sui campi di Trentinara e Roccadaspide, grazie all’ospitalità offerta dai Sindaci dei due comuni cilentani. Alla A.I.A. Salerno Cup prenderanno parte ben otto Sezioni provenienti da diverse regioni d’Italia: Arezzo, Foggia, Taranto, Potenza, Albano Laziale, Teramo ed una mista Cosenza-Paola, oltre ai padroni di casa della Sezione “Sabato Memoli” di Salerno, guidata dal Presidente Pietro Contente, campioni in carica dopo il successo nell’edizione 2014 del torneo.
Nel corso della kermesse si incontreranno vari associati che troveranno ospitalità in ben cinque strutture alberghiere di Paestum.
Ritornando al calcio giocato, le squadre partecipanti alla terza edizione dell’A.I.A. Salerno Cup saranno suddivise in due gironi da quattro squadre che si affronteranno in gare di sola andata. Nella mattinata di domenica invece si disputeranno sul campo di Trentinara le finali della manifestazione, dapprima la gara per il terzo ed il quarto posto e poi la finalissima che determinerà la Sezione vincitrice dell’A.I.A. Salerno Cup.
Non solo calcio comunque in occasione della manifestazione organizzata dalla sezione A.I.A. “Sabato Memoli” di Salerno. Nella giornata di domenica, infatti, tutti i partecipanti alla manifestazione prenderanno parte al pranzo di gala con la partecipazione di vari ospiti del mondo arbitrale.

di Giovanni Aruta

Nelle immagini, il logo della terza edizione del torneo e la squadra di Salerno vittoriosa lo scorso anno.

10940

Sezione di Ercolano

Il 6° Torneo “Peppe Prota”

Domenica 14 giugno, ad Agropoli, la Sezione degli arbitri di Napoli si è aggiudicata la sesta edizione del torneo “Peppe Prota” battendo in finale la Sezione di Nola per 2-0, grazie ad alle reti di Monda e Fabio Maresca su rigore.
La kermesse sportiva si è disputata sabato e domenica sul campo di Agropoli, grazie all’impegno del Presidente della locale Sezione, Mauro Donato. Il Torneo è stato organizzato dalla Sezione di Ercolano.
Una manifestazione iniziata ad aprile con la fase eliminatoria e che ha coinvolto gli arbitri delle diciassette Sezioni campane in ben 24 gare. Le squadre, formate da arbitri di Calcio, hanno dato vita ad incontri interessanti e piene di contenuti tecnici.
Nella fase finale, le otto squadre rimaste sono state suddivise in due gironi, dei quali di seguito le classifiche: nel girone A Napoli 9 punti, Nocera Inferiore 4, Castellammare di Stabia 3 e Benevento 1; nel girone B, invece: Nola 6 punti, Torre Annunziata 4, Ercolano e Salerno 3. Alla finale sono andati Nola e Napoli, mentre nella finale per il 3° posto ha vinto Torre Annunziata che ha battuto Nocera Inferiore per 3-1 dopo i calci di rigore. Il titolo cannoniere è andato al giocatore della Sezione di Nola Domenico Romano con 14 reti.
Il torneo ha visto la partecipazione di ben duecento associati, che per un fine settimana hanno abbandonato il fischietto per dedicarsi al calcio giocato. Nel pomeriggio il Presidente del CRA Virginio Quartuccio ha premiato la Sezione di Napoli, vincitrice del torneo.
Presente anche il Vice Presidente nazionale dell’AIA, Narciso Pisacreta, che ha elogiato la classe arbitrale campana e che ha aggiunto: «Avete provato le stesse cose quando un giocatore reclama e chiede un fallo o un rigore. Queste emozioni vi fanno migliorare».
Infine è stato premiato Peppe De Luca, Vice Presidente della Sezione di Ercolano, che ha dato l’anima per organizzare la manifestazione. Pisacreta lo ha premiato con il libro redatto da Rizzoli, “Il gusto di arbitrare”.

di Giovanni Aruta

Nella foto in alto, Pisacreta durante il suo intervento. Nelle altre foto, alcuni momenti della fase finale del torneo.

VLUU L100, M100  / Samsung L100, M100

CRA Campania

La seconda edizione delle Olimpiadi sul Regolamento

A Nola, presso una struttura alberghiera, si è conclusa giovedì 11 giugno la seconda edizione delle Olimpiadi sul Regolamento del giuoco del Calcio. Hanno partecipato più di settecento arbitri appartenenti alle diciassette Sezioni della Campania. Le Olimpiadi hanno visto la partecipazione anche degli arbitri di Calcio a 5, per un totale di centocinquantacinque 155 associati. Prima si sono disputate la fasi eliminatorie, poi alle semifinali sono giunti duecento arbitri di Calcio e quindici di Futsal.
La finale si è disputata a Nola, con sessantuno direttori di gara di Calcio e quattordici di Calcio a 5, alla presenza dei componenti del Settore Tecnico: Carmine La Mura, Giovanni Pantalone, Giuseppe Rinaldi, Roberto Ronga, Mauro Russo e Salvatore Russo. Prima dell’inizio dei quiz è intervenuto il Presidente regionale Virginio Quartuccio: «Solo attraverso la formazione tecnica si può conoscere il Regolamento. Credo che la seconda edizioni delle Olimpiadi sul Regolamento ha visto una massiccia partecipazione degli arbitri, grazie anche ai diciassette Presidenti di Sezione che hanno lavorato con impegno e determinazione. L’unico obiettivo è quello di migliorare tecnicamente e atleticamente i nostri giovani».
Ecco i vincitori della seconda edizione: per il Calcio, 1° Francesco Esposito di Torre Annunziata; 2° Antonio Aletta di Avellino; 3° Giovanna Vittoria Garone di Sala Consilina; per il Calcio a 5, 1° Nicola Di Paola di Torre Annunziata; 2° Simone Zanfino di Agropoli; 3° Antonio Faraone di Torre Annunziata.

di Giovanni Aruta

Nelle foto, alcuni momenti della giornata conclusiva.

 

IMG_0783

CRA Campania

Sezione di Nocera Inferiore

 La Consulta CRA

A Nocera nei giorni scorsi si è tenuta l’ultima consulta tra il Presidente regionale Virginio Quartuccio e i 17 presidenti delle sezioni della Campania. Era presente anche il Vice Presidente Nazionale Narciso Pisacreta. Pisacreta, parlando anche a nome del Presidente Nazionale si è detto orgoglioso della situazione in Campania. “La nostra regione è al vertice ormai come quantità e qualità di arbitri. Il che vuol dire che si sta lavorando bene nelle sezioni. E dalla grande quantità e della buonissima qualità, stiamo certi, emergerà prima o poi anche il fuoriclasse. Ma da dirigente arbitrale devo dire di badare più alla qualità media che non ai picchi. Questi ultimi sono dovuti a madre natura, la qualità media è frutto del lavoro delle sezioni”.

Ha preso poi la parola il Presidente regionale Virginio  Quartuccio: “I numeri parlano a nostro favore. Dalle relazioni degli Osservatori Arbitrali possiamo valutare in maniera molto positiva questa stagione. Per altro spesso abbiamo visionato gli arbitri anche io ed i miei più stretti collaboratori: l’impressione è stata eccellente. Per altro c’è anche una cartina di tornasole per spiegare il lavoro fatto: la violenza è in grande calo. Il che ci porta a dire che anche le contestazioni agli arbitri sono diminuite. Anche questo è un termometro per valutare il lavoro fatto. Il nostro obiettivo è ovviamente quello di continuare a lavorare: i frutti si stanno raccogliendo. Possiamo essere orgogliosi del lavoro fatto”.

Quartuccio poi ha comunicato i nomi dei 9 arbitri proposti alla CAI e degli assistenti proposti in Can D. “Mai come quest’anno abbiamo avuto problemi di abbondanza. Ma esattamente come gli allenatori, anche per noi è fantastico avere problemi di questo genere”.

di Giovanni Aruta

IMG_0761 IMG_0762 IMG_0765 IMG_0771 IMG_0777 IMG_0780 IMG_0782

10901

Regione Campania

Sezione di Salerno

Il calcio nelle Università.

La Sezione Arbitri “Sabato Memoli” può contare su ventitre nuovi associati. I neo colleghi hanno tenuto regolare Corso presso la sede CUS dell’Università degli Studi di Salerno, lezioni che sono state tenute tra gli altri dal Presidente Pietro Contente, dai suoi vice Umberto Di Miero e Gerardo D’Amore, dall’assistente arbitrale di Serie A Valentino Fiorito, dall’ex assistente nonché osservatore arbitrale in Serie D Rosario Angrisani, dal componente del Settore Tecnico Roberto Ronga e dall’Organo Tecnico Sezionale Carmine Ferrara.
Al termine del Corso i ventitre ammessi sono stati sottoposti agli esami scritti e orali davanti alla commissione esaminatrice presieduta dal Vice Presidente del Comitato Regionale Arbitri, Oreste Alfano. Presenti in Commissione anche un altro componente CRA, Giancarlo Rubino, il Presidente Pietro Contente, Umberto Di Miero ed il Segretario sezionale Francesco Scuoppo. Presenti anche, sebbene non in Commissione, i due componenti del Settore Tecnico, Mauro Russo e Roberto Ronga. Tutti promossi con ottime risultanze, sia nei quiz tecnici, sia nella parte orale, dove tutti i partecipanti hanno dato prova di conoscenza del Regolamento del gioco del calcio.
Il Corso rientra nel protocollo d’intesa firmato tempo fa tra la Sezione Arbitri “Sabato Memoli” di Salerno ed il Centro Universitario Sportivo. Protocollo finalizzato da un lato all’attivazione di corsi di formazione per arbitri nell’ambito universitario e dall’altro all’attuazione di percorsi didattici condivisi finalizzati alla diffusione della cultura della legalità, del rispetto delle regole quale principale fondamento per la crescita della società civile. Progetto fortemente voluto dal Vice Presidente nazionale dell’AIA, Narciso Pisacreta, dal Presidente Pietro Contente nonché dal Magnifico Rettore dell’Università di Salerno, professore Aurelio Tommasetti, e dal Presidente del CUS di Salerno, Lorenzo Lentini. Alla ripresa dei campionati, dopo la pausa estiva, i neo fischietti della Sezione AIA di Salerno saranno in campo per cominciare questa avventura.

Nella foto, un momento di una lezione tenuta dall’Assistente Arbitrale Valentino Fiorito.