Archivio mensile:luglio 2015

11018

CRA Campania

2° Corso di selezione per Arbitri Effettivi con funzione di Assistenti Arbitrali

Sabato 18 luglio scorso è stata una giornata molta intensa per chi ha partecipato al 2° corso di selezione per la funzione di Assistente Arbitrale nei campionati di Eccellenza e Promozione campani. Le argomentazioni trattate hanno spaziato su tutte le competenze in campo dei convocati, ma il Presidente regionale Virginio Quartuccio ha insistito molto sulle modalità di corsa, normale o laterale, da assumere in base all’evoluzione del gioco, principalmente al fine di giungere al momento della valutazione del fuorigioco in piena lucidità mentale.

Si sono presentati per ottenere la qualifica di Assistente Arbitrale ben novantotto giovani associati appartenenti alle diciassette Sezioni della Campania. Alla fine solo cinquantadue hanno superato le due prove che hanno fatto punteggio, i test atletici e quelli tecnici.

«Va avanti chi merita; – dice Quartuccio – da queste due prove è stata formata la graduatoria finale. Chi è allenato e chi conosce il regolamento può giocarsela”.

Nella mattinata i convocati sono stati sottoposti ai test atletici, la prova dei 5 x 30 metri e l’Agility test, eseguiti presso lo stadio di Nola. L’organizzazione e il coordinamento delle prove è stata a cura del Presidente della Sezione di Nola, Severino Vitale, e del referente per la preparazione atletica del CRA Campania, Oreste Rocchetti. I componenti CRA Mario Pacifico, Oreste Alfano, Giuliana Guarino, Massimo Costa, Vincenzo Di Maio, Carmine Conte e Giancarlo Rubino, ultimate le prove, hanno poi tenuto alcune lezioni pratiche sul campo, in relazione allo spostamento e alle modalità di corsa a seconda delle varie situazioni di gioco, approfondite poi in aula a livello teorico.

Nel pomeriggio i lavori sono entrati nel clou: ha aperto la riunione il Presidente Quartuccio, che ha invitato i presenti a dare sempre il meglio di sé. Il suo intervento iniziale è stato incardinato sui seguenti punti: serietà, riservatezza, semplicità e naturalezza, dinamicità e concentrazione. Significativo il suo passaggio relativo a quest’ultima: «Un assistente può essere chiamato nell’arco dei 90 minuti ad una sola valutazione importante; pertanto deve sempre farsi trovare pronto, mantenendo alta la concentrazione per tutta la gara». Questa l’ultima raccomandazione nel suo intervento prima dei test sul regolamento: «Dovete avere sempre il coraggio di prendere una decisione importante; il coraggio può fare la differenza tra un assistente e un altro».

Poi ci sono stati i quiz tecnici, 30 domande sul regolamento del giuoco del calcio, alla presenza dei membri del Settore Tecnico Carmine La Mura, Salvatore Russo, Roberto Ronga, Giuseppe Rinaldi e Mauro Russo. In serata ci sono stati i colloqui.

di Giovanni Aruta

Nelle foto, alcuni momenti del corso.

thumbfooter1_11018 thumbfooter2_11018 thumbfooter3_11018 thumbfooter4_11018 thumbfooter5_11018 thumbfooter6_11018 thumbfooter7_11018

 

 

 

 

 

 

 

11014

Sezione di Caserta

La festa di fine annata calcistica

Nei giorni scorsi, nella splendida cornice di un agriturismo in posizione collinare, centotrenta presenze hanno animato la serata con musica dal vivo che ha coinvolto tutti. Presenti il Delegato CONI Michele De Simone, il Delegato Provinciale della FIGC Gianni Beatrice, il Segretario Luigi Gargiulo, il Giudice sportivo Eugenio Russo.
Non poteva mancare una folta rappresentanza del Comitato Regionale Arbitri della Campania con il Presidente Virginio Quartuccio, che ha portato i saluti del Presidente Nicchi e del Vice Pisacreta, dispensando note di merito per la Sezione per quanto ha fatto nella stagione sportiva appena terminata, un arbitro alla CAI e due assistenti alla CAN D.
Da perfetto padrone di casa il Presidente sezionale, Antonio Pietro Santangelo, dopo i saluti e i ringraziamenti ai presenti e in particolar modo alle signore (mogli e fidanzate che ci supportano e a tratti ci sopportano) durante la conviviale ha consegnato targhe per l’annata calcistica 2014/2015 agli Arbitri e Osservatori CRA e OTS particolarmente distintosi. «Spero che ci sia un futuro sempre più radioso della nostra Sezione», dice il Presidente Santangelo, ricordando come nel triennio calcistico trascorso sono stati importanti i sette passaggi a livello nazionale, sebbene la vera promozione, la vittoria più importante, sotto gli occhi di tutti, sia stata la massiccia presenza degli associati giovani e meno giovani ai vari incontri ed alle riunioni tecniche nonché a questa meravigliosa cena. «Stando insieme – ha continuato Santangelo – si scambiano idee, ci si confronta e si allargano gli orizzonti conoscitivi. In breve, matura il singolo permettendo una crescita generale del gruppo».

di Antonio Lepore e Giovanni Aruta

Nella foto in alto, da sn. Quartuccio e Santangelo. Nelle altre immagini, alcuni momenti della serata.

11005

Sezione di Salerno

Ai padroni di casa l’A.I.A. Salerno Cup

Per il secondo anno consecutivo il cielo sopra Agropoli si è colorato di granata. La Sezione AIA “Sabato Memoli,” guidata dal Presidente Pietro Contente, si è aggiudicata l’AIA Salerno Cup, concedendo così il bis dopo la vittoria conquistata lo scorso anno.
L’evento, il più atteso di tutta l’estate arbitrale, si è svolto gli scorsi 26, 27 e 28 giugno ed è stato organizzato dalla Sezione arbitrale salernitana per il terzo anno consecutivo. Alla kermesse hanno preso parte ben otto Sezioni provenienti da tutta Italia: Arezzo, Foggia, Taranto, Potenza, Albano Laziale, Teramo ed una selezione Cosenza-Paola, oltre ai padroni di casa e campioni in carica di Salerno. I circa 250 arbitri partecipanti, ospitati in cinque strutture alberghiere di Paestum, si sono sfidati in un torneo di calcio, svoltosi sui campi di Trentinara e Roccadaspide il venerdì e sabato, grazie all’ospitalità dei sindaci dei due comuni cilentani.
Il sabato sera grande festa presso uno degli hotel che ospitava le Sezioni, durante la quale ha preso la parola il dirigente sezionale Mauro Russo, uno degli organizzatori del Torneo, che ha consegnato la targa di partecipazione a tutti i Presidenti delle Sezioni, insieme a dei prodotti tipici salernitani, offerti dai due sponsor locali. Al termine ha tenuto un breve discorso il Vice Presidente dell’AIA, Narciso Pisacreta, che ha ribadito l’importanza dei valori umani insiti nell’Associazione, prima di tutto l’arricchimento nello stare insieme, condividendo esperienze di vita e sottolineando che la parte sana del calcio «Siamo noi arbitri!». La serata conviviale è stata allietata dal gruppo musicale salernitano “Alternati Music Lovers”.
Nei gironi di qualificazione le otto partecipanti sono state suddivise in due gruppi da quattro e si sono sfidate in gare di sola andata, al termine delle quali hanno conquistato l’accesso alle semifinali le Sezioni AIA di Salerno, Foggia, Cosenza ed Albano Laziale. Al termine di due gare equilibrate e piuttosto combattute hanno centrato l’accesso alla finalissima, che si è disputata presso lo Stadio “Guariglia” di Agropoli, le compagini dell’AIA Salerno e della selezione Cosenza – Paola. La Sezione “Sabato Memoli” di Salerno vince con un netto tre a zero, grazie alle realizzazioni di Montagnani, Conforti e Caggiano, mentre la formazione silana ha fallito un calcio di rigore sul punteggio di due reti a zero che avrebbe potuto riaprire la contesa.
La Sezione di Salerno si è dunque aggiudicata per il secondo anno consecutivo l’AIA Salerno Cup. Sul terzo gradino del podio si è, invece, piazzata la formazione della Sezione arbitrale di Albano Laziale che ha superato ai calci di rigore i colleghi della Sezione di Foggia.
Al termine delle finali, tutti gli atleti hanno preso parte al pranzo di gala, con la partecipazione di ospiti quali l’Arbitro Benemerito Pietro D’Elia e il Presidente del CRA Campania Virginio Quartuccio, che ha tenuto un breve discorso, elogiando lo staff della Sezione di Salerno per il duro lavoro svolto in questi tre giorni di Torneo e per l’ottima organizzazione. Durante il pranzo le premiazioni di rito, dal podio, al migliore giocatore del Torneo (un arbitro della Sezione di Arezzo), al premio Fair play aggiudicato alla Sezione di Teramo, al miglior portiere della Sezione di Albano Laziale, al capocannoniere della Selezione Cosenza-Paola. Infine Targa a sorpresa per il Presidente Pietro Contente da parte di tutta al squadra AIA Salerno, quale riconoscimento dei valori sportivi e dell’impegno profuso nel dirigere la Sezione in questi 10 anni da Presidente.
L’appuntamento per tutti è fissato per la quarta edizione dell’AIA Salerno Cup, che sarà ricca di novità e miglioramenti per far sì che la manifestazione acquisisca sempre maggiore successo!

di Giovanni Aruta

Nelle foto, alcune immagini della premiazione.

 

10991

Sezione di Avellino

Una cena di gala a chiusura di annata sportiva

La Sezione di Avellino ha festeggiato il 2 luglio la chiusura dell’anno sportivo 2014/2015. In una serata tipicamente estiva, gli associati si sono ritrovati in un noto locale cittadino per una cena di gala. Numerosissimi gli associati presenti, che hanno accompagnato anche gli ospiti componenti degli Organi Tecnici Nazionali della Campania e del Comitato Regionale Arbitri, presente quasi in toto.
Nel discorso introduttivo alla serata, il Presidente Zaccaria ha voluto dapprima salutare gli ospiti, per poi porgere i complimenti ai promossi alla categoria superiore e un pensiero per i dismessi. Successivamente ha precisato che la collaborazione con le diverse componenti è fondamentale per la crescita di tutto il movimento arbitrale, compreso quello sezionale: la vicinanza degli arbitri esperti ai più giovani, il lavoro che compiono il CRA e gli Organi Tecnici Nazionali nella loro formazione sono rivolti ad una crescita che sicuramente renderà il possibile la crescita degli arbitri, con la speranza di portare un avellinese nei campionati che contano.
Interviene successivamente il Presidente del CRA Virginio Quartuccio, che pone l’attenzione sull’essere campano e sulla tradizione storica degli arbitri campani, che negli ultimi tempi sta ritornando: è il risultato doppio, da un lato per il lavoro enorme delle Sezioni, dall’altro per l’ampia competenza di cui dispone il CRA nell’espressione dei suoi componenti. La strada per il successo è quella di viaggiare uniti e continuare nella formazione continua.
La parola passa poi al componente della CAN D Alberto Ramaglia, il quale invita i tantissimi ragazzi presenti a prendere l’arbitraggio come una passione e un divertimento, ma da affrontare con la massima serietà e professionalità che, percorrendo le diverse tappe, deve sempre crescere.
Non manca il saluto del componente della CAI Maurizio Toscano, il quale avvicinandosi ai discorsi in precedenza già affrontati, si focalizza sulle prospettive che la regione campana può avere per il futuro.
Un gradito saluto è stato quello del sen. Cosimo Sibilia, Presidente del CONI regionale, il quale ha voluto fornire un messaggio di stima per il lavoro fatto dalla Sezione di Avellino, e dalle componenti regionali e nazionali per la crescita del movimento arbitrale campano.
Gli arbitri avellinesi accorsi non hanno potuto far altro che apprezzare gli interventi, perché rappresentano tutti discorsi vicini a loro, dai più giovani a quelli più in alto. Dopo la cena, la serata si conclude con i saluti finali del Presidente Zaccaria, e il tradizionale taglio della torta dei promossi che quest’anno, come novità assoluta, è avvenuta insieme ai componenti del CRA, della CAN D e CAI.
Soddisfatto il Presidente Zaccaria: «Abbiamo chiuso un’annata molto positiva e la nuova si apre con ottimi presupposti. Il nostro lavoro sarà sempre mirato a far crescere per il meglio il movimento arbitrale campano».

di Fabio Mattia Festa e Giovanni Aruta

Nelle foto, alcuni momenti della serata.

 

 

SAMSUNG CSC

Sezione di Agropoli

La cena conviviale di fine stagione

Chiusura di stagione con il botto per la Sezione A.I.A. di Agropoli. Sabato 27 giugno si è tenuta, infatti, in un noto ristorante dell’entroterra cilentano, la cena conviviale che ha sancito la chiusura della stagione 2014/2015. Massiccia la presenza degli associati che, insieme alle loro famiglie, hanno trascorso una bella serata all’insegna dell’allegria e del puro associazionismo.
Il Presidente Donato Mauro ha ringraziato tutti i presenti per la stagione che si è appena conclusa, sottolineando l’impegno profuso da ogni singolo associato in ambito sezionale, regionale e nazionale, precisando come il lavoro di ognuno sia un tassello importante che impreziosisce la storia e il blasone della Sezione di Agropoli.
Il Presidente del Comitato Regionale Arbitri, Virginio Quartuccio, e alcuni membri della sua Commissione hanno onorato con la loro presenza questa magnifica cornice di festa, sottolineando quanto sia importante il lavoro sinergico e collaborativo che deve costantemente esserci tra la componente sezionale e quella centrale del Comitato regionale.
Dopo la cena, durante la quale sono state ripercorse con allegria le “gesta” e gli episodi di alcuni associati, una grande torta ha celebrato l’annata appena conclusa, straordinaria visto anche la festa dello scorso 24 novembre con l’inaugurazione, l’intitolazione ed il Quarantennale Sezionale, che ha visto la presenza di tutti i più importanti rappresentanti della nostra Associazione, con in testa il Presidente Nazionale Marcello Nicchi ed il suo vice Narciso Pisacreta.
Dopo le foto di rito, il Presidente ha ringraziato tutti per la presenza augurando loro una buona estate e dando l’appuntamento alla Stagione Sportiva 2015/2016, invitando ciascuno a dare sempre il massimo per raggiungere il proprio personale obiettivo.

di Giovanni Aruta

Nelle foto, alcuni momenti della serata.

10986

Sezione di Torre Annunziata

Festa e premi di fine stagione

Venerdì 26 giugno, la Sezione di Torre Annunziata ha festeggiato la conclusione dell’anno calcistico nell’incantevole paesaggio godibile dalla terrazza sul mare di un ristorante, che ha fatto da splendida cornice a quest’evento che, come ogni anno, vede coinvolti gli arbitri torresi.
La serata, condotta dal solito spumeggiante e coinvolgente Gianluca Mertino, allietata da musica dal vivo, ha visto la partecipazione non solo dei tanti giovani arbitri torresi, con mogli e fidanzate, ma, vieppiù, del Vice Presidente nazionale Narciso Pisacreta, che ha premiato Armando Salerno per meriti associativi, e del Presidente del Comitato Regionale Arbitri campano, Virginio Quartuccio, che ha premiato il giovane Michele Criscuolo per meriti tecnici, quale elemento in prospettiva.
Il Presidente sezionale Stefano Pagano, dopo aver adempiuto agli onori di casa, ringraziando mogli e fidanzate dei fischietti torresi con un omaggio floreale, ha menzionato alcuni colleghi particolarmente distintosi nel corso della stagione sportiva, come Luciano Donadio e Giovanni Belcuore, ed ha consegnato il premio “Presidenza Sezionale” a Ciro Pelosio, già arbitro e osservatore a livello professionistico, nonché Presidente Regionale e di Sezione. Il Presidente si è poi soffermato sulla bontà dell’attività svolta con i giovani arbitri appartenenti all’Organo Tecnico Sezionale, con ben quattordici ragazzi che hanno già esordito in Seconda Categoria, bruciando le tappe e costruendo le premesse per una carriera foriera di soddisfazioni. Il Presidente, nel sottolineare il raggiungimento di tale encomiabile risultato, ha evidenziato come la carriera arbitrale abbia origini lontane, perciò è difficile, per qualsiasi dirigente, arrogarsi primati o investiture allorquando, dopo anni di sacrifici, cadenzati da piccoli passi, ci si ritrova in categorie prestigiose.
Il convivio, intervallato da ulteriori premiazioni relative alle varie attività ludiche organizzate dalla Sezione, nonché da brevi approfondimenti che hanno messo in risalto il tema cui è stata dedicata la piacevole serata, ovvero la violenza sulle donne, si è concluso in un clima di contagiosa allegria, con il taglio della torta tra gli applausi dei partecipanti per la riuscita manifestazione.

di Giovanni Aruta

Nella foto in alto, Pisacreta durante il suo intervento. In gallery, alcuni momenti della serata.

10970

Sezione di Napoli

Nuovo gonfalone con l’intitolazione ad Ottavio Anzano

Presso l’elegante cornice di un ristorante al Vomero, nel pomeriggio di giovedì 16 giugno, si è tenuta una riunione per presentare la nuova intestazione della Sezione di Napoli al compianto collega prof. Ottavio Anzano, valente dirigente arbitrale e primario dell’Ospedale Monaldi di Napoli. La sua intensa attività arbitrale lo portò a raggiungere la carica di Vice Commissario A/B.
Presenti alla cerimonia del nuovo gonfalone della Sezione oltre alla moglie del prof. Anzano e alla figlia Fiorella, il Vice Presidente dell’AIA Narcisio Pisacreta, il Presidente del CRA Virginio Quartuccio, gli ex Presidenti della Sezione Gennaro Colella e Salvatore Lombardi con le rispettive signore, un gruppo di Arbitri Nazionali, il Presidente della Commissione Disciplinare Regionale Roberto Caruso, il Procuratore Arbitrale Giuliano Grillo ed altri graditi ospiti del mondo del giornalismo e dello sport.
Momento particolarmente toccante è stato quello in cui il Presidente Paolo Gregoroni, nel ricordare le capacità umane e sportive, il vigore e lo spirito di servizio che Ottavio Anzano infondeva alla sua Sezione ed all’intera categoria arbitrale, ha scoperto con la signora Anzano il nuovo gonfalone della Sezione caratterizzato dalla presenza di un nuovo logo disegnato da un giovane collega. Conduttrice dell’evento la bravissima giornalista Fiorella, figlia del compianto Anzano.
La cerimonia è proseguita con la cena conviviale, nella quale si è cimentato nel ruolo di presentatore il nostro collega Alfredo Paturzo.
Dopo il saluto del Presidente Paolo Gregoroni, la serata è stata suggellata dalla gradita e massiccia partecipazione degli associati e dei numerosi ospiti, tra i quali anche Alberto Ramaglia (componente della CAN-D), Maurizio Toscano (componente della CAI), Gennaro Leone (componente della CAN Beach Soccer), Massimo Costa, Ciro Pegno, Vittorio De Simone, Giuliana Guarino e Mario Rossi (componenti del CRA), Raffaele Rotondo (Presidente della gemellata Sezione di Ercolano).
Ai tavoli, insieme agli associati della Sezione partenopea, erano presenti: Carmine Russo (arbitro CAN A), Fabio Maresca (arbitro CAN B), Pasquale Caggiano, Ciro Carbone, Claudio La Rocca e Valentino Fiorito (assistenti CAN B).
Nell’occasione sono stati consegnati anche i premi sezionali ai colleghi che si sono particolarmente distinti: Premio “Nunzio Nastri” al miglior arbitro regionale a Giuseppe Romaniello, Harley De Martino e Domenico Castellone; Premio “Franco Chiummariello” al miglior assistente regionale ad Andrea Nasti e Alessandro Imparato; Premio “Mario Zappacosta” al miglior dirigente a Oreste Rocchetti; Premio “Presidenza” al miglior arbitro esordiente OTS a Andrea Masucci; Premio “Presidenza” al miglior arbitro regionale calcio a 5 a Ugo Ciccarelli; Premio “Ciro Vernillo” al miglior arbitro OTS promosso al CRA a Gennaro Decimo; Premio “Renato D’Amore” al miglior osservatore a Alessio Curatoli e Gennaro Zuccaro. Targhe di riconoscimento a Domenico Chianese per l’inserimento nell’organico Nazionale di Beach Soccer, a Salvatore Lombardi per il prestigioso incarico di componente della Commissione Tecnica Nazionale FIGC per la verifica degli impianti sportivi ed all’assistente Pasquale Caggiano per il debutto in Serie A nella gara Cagliari-Udinese;
Una Medaglia d’Oro è stata consegnata a Nicola Papa per il raggiungimento dei 50 anni di tessera.

di Giovanni Aruta

Nella foto in alto, il nuovo gonfalone ed il nuovo logo della Sezione di Napoli. Nelle altre immagini, alcuni momenti della cerimonia.

10404854_10203000047241648_1507303200528578427_n 10563106_10203000048001667_543610177425556396_n IMG_6178 IMG_6183 IMG_6185 IMG_6187