Archivio mensile:settembre 2015

gubi 5

Sezione di Nocera Inferiore

Serata di Premiazioni alla Sezione “Nicola De Felice”.

Si è svolta giovedì scorso al Teatro Diana di Nocera Inferiore la Serata delle Pergamene, in occasione della quale è stato celebrato il premio ricevuto di recente dal presidente della Sezione AIA di Nocera Inferiore Salvatore Gubitosa, considerato dall’AIA nazionale miglior presidente di sezione per la stagione 2014-2015. All’evento hanno partecipato anche Virginio Quartuccio, presidente regionale del CRA Campania, e Narciso Pisacreta che è vicepresidente nazionale AIA, oltre al sindaco di Nocera Inferiore Manlio Torquato.

Queste le impressioni dell’Arbitro Benemerito Salvatore Gubitosa: “Quando arrivano questi riconoscimenti, è grazie all’impegno di tutti, perché la Sezione AIA di Nocera non è solo Salvatore Gubitosa, ma sono duecentoventi associati: tutti insieme meritiamo questi premi. Che ben vengano, perché portano Nocera Inferiore alla ribalta nazionale. Lo dedico a tutti gli associati, perché il merito appartiene a loro, e lo dedico soprattutto alla mia famiglia, che mi è stata vicina sempre nei momenti di difficoltà: non è facile ricoprire questo ruolo di presidente di Sezione per diciannove anni se non c’è il supporto di una moglie paziente”.

Pisacreta, il vicepresidente nazionale AIA, riconosce i meriti che hanno portato la Sezione di Nocera, in primis il suo presidente, a ricevere il riconoscimento nazionale: “Gubitosa è un presidente come pure lo sono gli altri presidenti delle altre sedici sezioni della Campania e delle 210 sezioni d’Italia: svolge meritoriamente il suo operato per i giovani che arbitrano, e questo ha un valore non solo associativo ma educativo. Noi prendiamo ragazzi dai 15 ai 20 anni, insegniamo loro le regole e insegniamo loro anche ad arbitrare. I risultati si stanno vedendo anche nelle altre sezioni d’Italia e campane: in una precedente partita importante abbiamo visto un arbitro e un assistente della Sezione di Napoli, Maresca e Carbone, Russo e Guida ormai sono arbitri di Serie A, ce ne sono altri campani in B, quindi credo che gli ufficiali di gara campani sono molto bravi perché si fortificano in questa regione, così quando vanno ad arbitrare in ambito nazionale dispongono già di quel bagaglio tecnico e di personalità che è necessario”.

Virginio Quartuccio, ex arbitro e attuale presidente del Comitato Regionale Arbitri, parla della collaborazione instaurata tra il suo Comitato e la FIGC Campania, che ha portato a una diminuzione delle violenze e alla ricostruzione di una nuova immagine per la Campania calcistica stessa: “Questo è il mio terzo anno di attività, nei primi due anni siamo scesi da 75 a 39 episodi di violenza, e questo grazie sia alla capacità degli arbitri di avere grossi riconoscimenti e credibilità quando dirigono le partite loro assegnate, ma anche grazie alla collaborazione tra il CRA Campania e il Comitato Regionale Campano per la presenza dei commissari di campo su partite in cui ci può essere un po’ di preoccupazione. Questo connubio ha fatto sì che gli episodi di violenza si riducessero significativamente. Al di là di questo, sono contento che il riconoscimento all’amico Gubitosa sia stato conferito durante il mio mandato come presidente del CRA”.

Inevitabile la soddisfazione del sindaco Manlio Torquato per il premio a Gubitosa: “Vengo qua sempre con grande soddisfazione. Sono contento quando Nocera Inferiore come città riceve questi premi. Abbiamo arbitri a livello nazionale e ciò è importante per tutto il movimento cittadino”.

Assegnati anche numerosi premi: sono stati omaggiati con le varie pergamene gli associati AIA di Nocera che sono saliti di categoria, quindi Mattia Pascarella (promosso alla CAN D come arbitro), Carmine La Mura (promosso alla CAN D come osservatore), Giuseppe Mansi (promosso alla CAN Pro come assistente) e Raffaele Risi (promosso alla CAN 5 come osservatore). Riconosciuti anche altri premi sezionali per gli associati Carmine Di Ruberto, Lorenzo Abagnara, Giovanni D’Andria, Gianluca Milito, Rosario Favicchio, Luigi Pisani, Francesco Paolo D’Amato, Paolo Romano, Marco Orlando Ferraioli, Vincenzo Annarumma, Matteo Tipaldi, Catello Carbone e Felice Milito.

di Luca Esposito

Foto di alcuni momenti della serata:

gubi 9 gubi 2 gubi 3 gubi 7 gubi 1 SDM_1863 gubi 4 SDM_1854 SDM_1852 SDM_1856 gubi 12 SDM_1829 SDM_1841 gubi 11 SDM_1839 SDM_1843 SDM_1845 SDM_1861

METADATA-START

CRA Campania

Incontro Tecnico per gli arbitri di Prima Categoria

Nei giorni scorsi si è tenuto l’incontro tecnico con gli associati, Arbitri ed Osservatori Arbitrali, in organico nella Prima Categoria.
I lavori sono iniziati al mattino presso l’impianto comunale di Grottaminarda (AV), dove ad attendere gli arbitri per lo svolgimento dei test atletici vi erano il preparatore Oreste Rocchetti ed i suoi collaboratori, il componente CRA Mario Pacifico per dare indicazioni sul corretto posizionamento e il fiduciario sanitario Giuseppe Maio per le opportune verifiche mediche. A coronare tutto il sistema organizzativo, denotiamo la presenza del Vicepresidente Oreste Alfano e dei componenti CRA per la Prima Categoria, Giuseppe Ferro e Vittorio De Simone.
Da Grottaminarda ad Ariano Irpino (AV) presso un hotel, dove gli arbitri sono stati impegnati nei quiz tecnici, prima, mentre subito dopo, vi è stato l’inizio ufficiale dei lavori con l’apertura di Alfano che ha dato il benvenuto agli associati per questo importante “segmento di formazione”. Infatti in 118 giovani, tra 16 e 20 anni, si sono messi in discussione. «Sono tutti giovani interessanti; – dice con orgoglio il Presidente regionale Virginio Quartuccio – i migliori andranno avanti». Una garanzia per i fischietti che vedranno, come ogni anno, andare avanti chi merita.
I lavori sono proseguiti spediti in un clima definito dal coordinatore regionale Massimo Costa «serio, ma con qualche momento ludico» che ha permesso la massima partecipazione degli associati. Lo stesso Costa ha successivamente condotto un esauriente discorso in merito al comportamento che un arbitro deve assumere, coadiuvato da Pacifico e Ferro, soffermandosi su alcuni aspetti particolari. Questa prima parte di riunione si è chiusa con l’altro componente De Simone, che ha aggiornato la platea in merito ai nuovi standard richiesti dal Giudice Sportivo per una migliore organizzazione del materiale post gara.
Soltanto a questo punto agli arbitri è stata concessa la parte prettamente tecnica, quella che ognuno di essi aspetta con fervore. Prima vi è stata la visione di alcuni video, concessi dal Settore Tecnico, per cercare di limare ed eliminare difformità di comportamento nell’applicazione del Regolamento. Dopo, invece, il componente del Settore Tecnico, Roberto Ronga, ha reso gli arbitri partecipi delle modifiche al Regolamento del Giuoco del Calcio con variazioni nelle Regole 3 e 4 e precisazioni sulla Regola 11.
A chiusura dell’intensa giornata vi è stato l’intervento del componente CRA che cura gli Osservatori Arbitrali, Ciro Pegno, che ha fatto presente agli osservatori, più che agli arbitri, le nuove direttive in merito alle prospettive di futuribilità e, proprio alla fine, il video motivazionale per augurare una soddisfacente stagione sportiva a tutti gli arbitri CRA.

di Vincenzo Piscopo e Giovanni Aruta

Nelle foto, alcuni momenti del raduno.

11186

Sezione di Battipaglia

Di nuovo al lavoro per l’inizio dell’annata sportiva

Settembre come di consuetudine è il mese in cui ci si risveglia dal torpore dei mesi estivi e come di consuetudine anche quello in cui si svolgono i raduni per prepararsi al meglio per l’inizio della nuova stagione arbitrale.
Allo Stadio Comunale di Battipaglia, sabato 12 settembre, si è tenuto il raduno riservato agli appartenenti all’Organico Tecnico Sezionale agli ordini del Presidente Cappelli. Un nugolo di arbitri appartenenti alle categorie sezionali del Calcio e del Futsal si sono cimentati nei test atletici della mattinata, ottenendo dei risultati giudicati lusinghieri dalla dirigenza battipagliese. E non poteva essere altrimenti visto che quello atletico è un aspetto su cui la Sezione ha da tempo focalizzato l’attenzione, con la creazione negli anni di un polo di allenamento, proprio presso l’impianto sportivo comunale. Un polo di allenamento, da quest’anno affidato nelle giovani mani di Giovanni Sparano, assistente arbitrale regionale, che in un ideale passaggio del testimone, vede allenarsi settimanalmente e in tutti i mesi dell’anno, luglio e agosto compresi, sia i più affermati esponenti dell’arbitraggio battipagliese, in primis l’Assistente Arbitrale della CAN B Marco Citro, che i giovani virgulti che si affacciano al nostro impegnativo quanto affascinante mondo.
Mattinata quindi dedicata interamente alle “fatiche” fisiche, a cui è seguito un pranzo in un ristorante cittadino con la partecipazione di tutti i convenuti. La formula vincente degli altri anni, quindi si è ripetuta con successo anche in questa stagione, con la volontà precisa da parte del Presidente Cappelli e del Consiglio Direttivo tutto, di voler ricalcare lo svolgimento di un raduno regionale: un’intera giornata dedicata all’arbitraggio, e agli arbitri. Una occasione per salutarsi e conoscersi; a questo raduno infatti per la prima volta partecipavano anche i colleghi immessi nell’ultimo Corso tenutosi alla fine dello scorso anno.
Dopo il pranzo, il gruppo si è spostato nei nuovi locali sezionali dove si sono svolti i quiz tecnici differenziati per il Calcio ed il Futsal. Alla fine dello svolgimento degli elaborati e della discussione degli stessi, il pomeriggio è continuato con la presentazione della stagione da parte del Presidente, che, dopo essersi complimentato con tutti i ragazzi impegnati nei test, ha parlato del ruolo fondamentale della Sezione nel formare sotto i punti di vista, ponendo particolare risalto soprattutto a quelli comportamentale e disciplinare. Un lavoro certosino volto al conseguimento della prima tappa della carriera arbitrale di ogni arbitro che si cimenti con passione in questo mondo, e cioè il passaggio all’Organico Tecnico Regionale. Parole importanti e apprezzate da tutti i convenuti che hanno lasciato la Sezione sicuramente con nuove ed importanti nozioni, utilissime per lo svolgimento del loro compito e per il raggiungimento degli obbiettivi prefissati. Un ottimo inizio senza ombra di dubbio, che ci auguriamo foriero di importanti novità per la nostra famiglia arbitrale battipagliese.

di Giovanni Aruta

Nelle foto, alcuni momenti del raduno.

11177

Sezione di Torre del Greco

Monitorati gli arbitri alle falde del Vesuvio

Gli arbitri dell’Organo Tecnico della Sezione di Torre del Greco, agli ordini del Presidente Antonio D’Antonio ed alla presenza del Vice Presidente Vincenzo Schioppa, si sono radunati lo scorso 12 settembre presso il complesso sportivo “Sant’Elena” situato alle falde del Vesuvio.
Sotto lo sguardo del preparatore atletico Alberto Ruben Arena, i giovani direttori di gara si sono sottoposti alle consuete prove atletiche, dopo aver effettuato il controllo di peso ed altezza. I risultati sono stati più che soddisfacenti. Un segnale positivo dai giovani che, nel corso della stagione estiva, hanno saputo mantenere uno stato di forma che consente così di riprendere l’attività agonistica in maniera più agevole. Al termine dei test atletici, il preparatore atletico Alberto Ruben Arena, fresco di promozione alla CAI, ha intrattenuto sul terreno di gioco i colleghi in materia di posizionamento e spostamento sul terreno di gioco, elementi fondamentali che, abbinati alla giusta preparazione atletica di base, consentiranno una graduale crescita tecnico-tattica degli arbitri.
Nel contesto del raduno, il Presidente sezionale D’Antonio ha avuto la felice intuizione di convocare anche Nunzio Abbruzzese (osservatore CAN 5) e Ciro Mennella, consiglieri sezionali con delega al Calcio a 5, al fine di tenere una riunione tecnica specifica sul terreno di gioco per il gruppo del Futsal sezionale.
Dopo la pausa pranzo organizzata a bordo piscina presso una splendida location, ha raggiunto il gruppo il componente del Settore Tecnico Salvatore Russo, della Sezione di Sapri. La giornata è proseguita nei locali sezionali dove sono state date le disposizioni per la nuova stagione sportiva. Sono stati svolti i quiz tecnici e davvero interessante è stata la fase successiva a quella dei quiz quando è stato possibile, grazie al prezioso contributo di Russo, effettuare quiz interattivi con filmati selezionati dal Settore Tecnico, presieduto da Alfredo Trentalange, commentare ciascuna domanda, approfondendone gli aspetti ed analizzando le risposte; l’intervento del collega del Settore Tecnico è proseguito illustrando la Circolare n°1.
La parte finale dell’intensa giornata trascorsa insieme è stata caratterizzata dall’intervento del Presidente D’Antonio che ha voluto augurare a tutti gli associati una proficua stagione con l’auspicio che la Sezione di Torre del Greco possa proseguire nell’attività di valorizzazione dei propri giovani, confermando quanto di buono è stato fatto negli scorsi anni.

di Antonio Panariello e Giovannni Aruta

Nelle foto, alcuni momenti del raduno.

foto Quartuccio

CRA Campania

Al via i lavori per il progetto Uefa Mentor & Talent della Campania

Con il raduno svoltosi ad Ariano Irpino sono iniziati anche i lavori per gli otto arbitri Talent nominati dal CRA e i due Mentor nominati dal Settore Tecnico Luigi Signoriello e Alfredo Zivelli.

Nell’ambito del raduno entrambe le componenti del progetto hanno avuto la possibilità di confrontarsi, conoscersi, scambiarsi idee, intenzioni e buoni propositi.

Specificatamente nella riunione concepita “ad hoc” per i Talent e i Mentor, insieme al Presidente del CRA Virginio QUARTUCCIO, al componente Giancarlo RUBINO e all’arbitro internazionale Marco GUIDA si è discusso dell’importanza di questo progetto, delle possibilità di crescita che gli arbitri avranno e del briefing pre-gara.

Il presidente del CRA apre la riunione ponendo attenzione sulle responsabilità degli arbitri talent, sulla fiducia che il comitato ha riposto su di loro e sul rapporto che si deve creare e si creerà tra un talent ed il suo mentor.

La parola ora a Luigi SIGNORIELLO, nominato dal Settore Tecnico per la seconda volta consecutiva, che grazie all’esperienza vissuta, non solo come Mentor, ma anche come arbitro ed assistente nelle categorie nazionali, ha potuto illustrare ai presenti le modalità di questo progetto.

Alfredo ZIVELLI quindi, al termine di una panoramica su come dovrà essere il rapporto tra i Mentor e i Talent dalla comunicazione della designazione fino ai dettagli della gara, conclude offrendo agli arbitri consigli utili su come essere dei buoni arbitri nel campo  ma soprattutto nella vita.

Interviene ancora Marco GUIDA, essendo  stato nominato anche lui quando militava in CAN B  in un progetto della UEFA con modalità simili a quello “Mentor & Talent” che conclude dicendo : “ avete una grande possibilità, non sprecatela”.

Il dibattito prosegue con l’intervento di Giancarlo RUBINO, anch’egli stato Mentor, che pone l’attenzione su come la crescita degli arbitri Talent deve risultare veloce, efficace e su come un arbitro Talent debba essere professionale così da poter rispondere alle importanti aspettative.

La riunione prosegue con una proficua discussone sul briefing pre-gara, nella quale tutti gli arbitri intervengono ponendo domande e dubbi ai Mentor, a Marco GUIDA e a Giancarlo RUBINO, simulando anche una situazione di briefing ed episodi particolari.

Al termine della riunione, gli otto arbitri rientrano per continuare i lavori del raduno, con una maggiore consapevolezza del ruolo che ricoprono, delle responsabilità e delle possibilità che gli sono state affidate.

di Giovanni Aruta

Nelle foto, alcuni momenti del raduno.

foto 3 foto raduno 1 foto raduno 2 foto Zivelli foto

IMG_0125

CRA Campania

Anche gli arbitri campani di calcio a 5 scaldano i motori. 

Il raduno arbitrale degli arbitri di Futsal  si  è svolto  Domenica  30 Agosto 2015, presso l’Hotel Incontro di Ariano Irpino, al quale hanno partecipato 79 arbitri e 21 osservatori. E’ una giornata di duro lavoro per i fischietti regionali. Al lavoro già in mattinata, direttamente al Palazzetto dello Sport di Ariano Irpino, dove  gli arbitri campani hanno sostenuto i test atletici, mentre gli osservatori sempre di mattina hanno effettuato i Quiz tecnici presso l’Hotel Incontro.  Prima di pranzo, con l’arrivo anche degli arbitri all’Hotel, c’è stata l’apertura del raduno da parte del Presidente del CRA Virginio QUARTUCCIO e in seguito l’intervento degli ospiti presenti: il delegato regionale C5 del Comitato Regionale Antonio Astarita, Il componente CAN5 Marcello Toscano,  il Componente del Settore Tecnico Gianni D’Oria. Dopo i fischietti del Futsal hanno effettuato i Quiz tecnici.

Dopo pranzo c’è stata la lezione tecnica del Componente del Settore Tecnico, Gianni D’Oria, con filmati e slide. Poi a seguire le disposizioni per la stagione 2015-2016 da parte dei Componenti regionali: Giovanni Belcuore e Mario Rossi. Nella commissione arbitrale guidata da Virginio Quartuccio  si respira un clima entusiasmante  con tanta passionalità. “ Questi raduni servono a migliorarci e confrontarci- dice il presidente Virginio Quartuccio-  noi siamo già pronti per  i campionati che si annunciano equilibrati e difficili”.

di Giovanni Aruta

Nelle foto, alcuni momenti del raduno.

IMG_0115 IMG_0117 IMG_0119 IMG_0121 IMG_0140 SDC13751 SDC13772

11099

CRA Campania

Ad Ariano Irpino il via ai lavori per i campionati regionali

Con l’arrivo del gruppo di arbitri inquadrati nell’organico di Promozione ed Eccellenza campana e dei quattro Talent di 1ª Categoria che si sono uniti ai quattro di Promozione, a Grottaminarda, presso il locale e rinnovato campo sportivo, si è aperta la prima fase del raduno precampionato della stagione sportiva 2015/2016. Tre giorni di duro lavoro.
Ad attenderli, il Presidente del Comitato Regionale Arbitri, Virginio Quartuccio e il suo staff. Il tutto ha inizio con i consueti test atletici, sotto lo sguardo attento del referente atletico regionale Rocchetti e dei suoi collaboratori. Terminati questi, il raduno è proseguito in un hotel di Ariano Irpino (AV), dove i giovani direttori di gara sono stati sottoposti alla visita oculistica e ai quiz tecnici assegnati dal Settore Tecnico, rappresentato da Stefano Ayroldi, Leonardo Perdonò e Cristiano Partuini.
Ricompattate le fila, il Presidente Quartuccio ha aperto ufficialmente il raduno. «Anche se con difficoltà economiche – conclude il suo saluto il Presidente – riusciamo sempre a condurre raduni di buon livello grazie al lavoro di questa Commissione, del Settore Tecnico, dei collaboratori e di tutti coloro che ci aiutano in questo lavoro di formazione per questa “grande Sezione” che è la Campania».
Presente in sala, fra gli arbitri campani inorgogliti della sua presenza, l’internazionale Marco Guida, il quale è intervenuto raccontando, tra aneddoti e riflessioni, di come sia cresciuto come arbitro, rinnovando in tutti i colleghi presenti in platea, lo spirito positivo e la voglia di fare bene e sempre meglio per il raggiungimento di traguardi sempre più importanti.
Dopo i saluti del Settore Tecnico e del Giudice Sportivo, il Presidente Quartuccio ha invitato tutti i presenti a recarsi presso il ristorante dell’albergo per il pranzo.
Nel pomeriggio, dopo la consueta foto dell’interno organico e della commissione, i lavori sono proseguiti in aula insieme al Giudice Sportivo, il quale ha focalizzato l’attenzione sull’importanza del referto di gara per la regolarità dei campionati e sulle corrette modalità di compilazione. Nel mentre, gli otto arbitri Talent, i loro Mentor, Luigi Signoriello e Alfredo Zivelli, hanno avuto una breve ma intensa e proficua riunione con il Presidente del CRA, il componente della commissione Giancarlo Rubino e l’internazionale Marco Guida.
A conclusione dei lavori con il Giudice Sportivo, gli osservatori e gli arbitri in seduta comune hanno analizzato le novità del regolamento e della Circolare n. 1, magistralmente spiegate da Leonardo Perdonò, attraverso esempi pratici, filmati ed esperienze vissute.
I lavori si interrompono, dopo circa un’ora, per dare il benvenuto al componente del Comitato Nazionale Erio Iori, che ha concluso il suo breve intervento con una metafora: «Dovete considerare i componenti del Comitato Nazionale come coloro che riforniscono di viveri e munizioni un esercito», oltre ad augurare ai presenti un raduno all’altezza delle difficoltà logistiche e ambientali da affrontare nei campionati campani.
Il Presidente Quartuccio ha, poi, esposto agli arbitri e agli osservatori le disposizioni del CRA, dall’arrivo della designazione fino all’invio del referto di gara, non prima di aver illustrato le risultanze delle carenze dei colleghi che la CAI ha inviato al Comitato Regionale, evidenziando, altresì, attraverso filmati, slides e immagini, tutte le aree di miglioramento per aspirare ad essere arbitri di qualità potendo così ambire a prestazioni e traguardi importanti su palcoscenici nazionali.
A seguire Ciro Pegno, coordinatore responsabile degli Osservatori, ha illustrato i criteri di attribuzione del voto a una prestazione arbitrale, mettendo in risalto come la “futuribilità” ha un ruolo fondamentale nella visione d’insieme di un collega.
Il momento più intenso della giornata è sicuramente stato il video motivazionale che il CRA ha preparato per i suoi arbitri per lasciare un messaggio, non solo tecnico, ma etico, spirituale e soprattutto umano. Con la storia sportiva di Derek Redmond alle Olimpiadi del 1992, il Presidente Quartuccio, anch’egli indelebilmente commosso, ha inteso diffondere il messaggio di non arrendersi e di trovare sempre spunti per rialzarsi dopo le cadute che la vita arbitrale ci destina, trovando conforto e sostegno nei Presidenti di Sezione, nel CRA e in tutta l’AIA in generale. Gli applausi scroscianti e continuati rompono il silenzio della forte commozione che aveva pervaso l’aula e con uno “spirito nuovo” si è conclusa la prima giornata di raduno.
Soddisfatto anche il Vice Presidente nazionale Narciso Pisacreta, che fa il punto della situazione: «Devo dire che riunioni come queste fanno bene non solo ai giovani arbitri, ma anche a chi come il sottoscritto tanto giovane non è più. É sempre bello ritrovarsi con tanti amici. Ma al di là di questo devo dire che sono anche riunioni molto importanti. Al di là dei test fisici e dei quiz, che servono a valutare la preparazione fisica e tecnica dei ragazzi, c’è l’occasione per stare insieme, fare gruppo, ancora più importante scambiarsi opinioni, esperienze. Si cresce tantissimo in questo modo. Poi è anche bello poter verificare la maturazione dei ragazzi di mese in mese, direi di partita in partita. Avendo un contatto sostante con loro si ha modo di valutare anche la loro maturazione, e non solo come arbitro. Aiutano i ragazzi, ma aiutano tantissimo anche i dirigenti».

di Luca Cavalli e Andrea Montanini

Nelle foto, alcuni momenti del raduno.