Archivio mensile:ottobre 2015

11279

Sezione di Agropoli

Il raduno precampionato 2015-2016

Si accende il semaforo verde della stagione 2015/2016 per la Sezione A.I.A. di Agropoli! Dopo la sosta estiva, gli arbitri cilentani riprendono l’attività tecnica con il primo appuntamento importante della stagione: il raduno sezionale di inizio campionato, tenutosi nella ridente cittadina cilentana nei giorni scorsi. Intensa e ben organizzata, la giornata di raduno è iniziata prestissimo per i fischietti agropolesi: gli arbitri, guidati dall’instancabile Presidente Donato Mauro, si sono radunati presso l’impianto sportivo “Guariglia” di Agropoli, per poi dirigersi, causa avverse condizioni climatiche, in una tendostruttura vicina, messa a disposizone dal Comune, per poter svolgere i test atletici. I ragazzi a disposizione dell’Organo Tecnico Sezionale, dopo essersi accreditati per partecipare al raduno, sono stati divisi in varie batterie (una delle quali dedicata al Calcio a 5) e hanno svolto i test atletici con risultati soddisfacenti, mettendo a frutto il lavoro svolto in estate al polo di allenamento.
Presenti sin dal primo mattino alcuni ospiti di alta caratura: Ciro Carbone, assistente CAN A della Sezione di Napoli, Carmine La Mura, componente Settore Tecnico della Sezione di Nocera Inferiore, e Mario Rossi, Organo Tecnico regionale del Calcio a 5 della Sezione di Nola, i quali hanno coordinato sul campo tutto ciò che concerne la parte tecnica, impartendo disposizioni comportamentali e dando suggerimenti circa il posizionamento e lo spostamento quando si arbitra da soli nelle categorie di competenza della Sezione.
Dopo le foto di rito, la prima parte del raduno si è chiusa con un pranzo conviviale in un noto ristorante agropolese. I lavori sono poi ripresi nel primo pomeriggio presso la sede sezionale. Il Presidente Donato Mauro ha preso la parola e ha ringraziato il Presidente dell’A.I.A. Marcello Nicchi e il Presidente del Comitato Regionale Arbitri Virginio Quartuccio per aver permesso la presenza di ben tre ospiti al raduno, sottolineando come la loro esperienza e le loro conoscenze siano un patrimonio molto importante da trasmettere ai giovani. Dopo la visione di un video che ha ripercorso i momenti più importanti della passata stagione e di un filmato che ha ripercorso l’intera carriera arbitrale di Ciro Carbone, la riunione è entrata nel vivo: Carmine La Mura ha spiegato in dettaglio le novità introdotte dalla Circolare numero 1, snocciolando punto per punto tutte le nuove disposizioni diventate operative dall’ 1 luglio. Successivamente sono stati svolti i quiz tecnici, i quali sono stati corretti in modo interattivo e spiegati domanda per domanda.
Presente nel pomeriggio anche il Presidente della Sezione di Nocera Inferiore Salvatore Gubitosa il quale, rivolgendosi alla platea di giovani presenti, ha ringraziato Donato Mauro per averlo invitato, sottolineando come il lavoro di squadra all’interno della Sezione sia di fondamentale valenza per ottenere grandi risultati e grandi riconoscimenti. Ha inoltre ricordato come sia particolarmente legato ad Agropoli, menzionando con affetto e stima sincera Antonio Mandia, associato a cui è dedicata la Sezione cilentana.
Dopo un piccolo break sono stati comunicati i risultati dei test atletici e dei quiz regolamentari. Sono stati poi premiati gli associati che si sono maggiormente distinti nell’arco della stagione precedente. Dopo le ultime raccomandazioni e disposizioni, il Presidente Donato Mauro ha chiuso i lavori, dando a tutti appuntamento alla prossima riunione tecnica.

di Giovanni Aruta

Nelle foto, alcuni momenti del raduno.

11281

Sezione di Battipaglia

Le premiazioni degli associati

Nei giorni scorsi la Sezione di Battipaglia ha dato il via ufficialmente alla nuova stagione sportiva: si respirava un’aria di gioia e di impazienza di cominciare la stagione quando Angelo Cappelli, Presidente della Sezione, ha preso la parola. Dopo un saluto e un ringraziamento ai presenti, Angelo ha subito cominciato ad illustrare ciò che attende la Sezione battipagliese. Primo punto trattato è stato l’organigramma che ha visto poche modifiche in particolare l’inserimento di Carmen Gaudieri e di due nuovi organi tecnici: Pierpaolo Greco (Calcio) e Maurizio Rago (Calcio a 5).
Quindi Angelo Cappelli ha premiato gli associati particolarmente meritevoli della scorsa stagione: Christian D’Amato per i quattro anni come assistente alla CAN Pro, Pierpaolo Greco per le tre stagioni come assistente in CAN, Maurizio Rago per il nuovo ruolo da Organo Tecnico, Rosario La Cerra per i dieci anni alla CAN 5, Carmen Gaudieri per il passaggio alla CAN D, Ottavio Giancaleoni per il passaggio in Prima categoria, Giovanni Sparano per l’esordio come assistente arbitrale in Eccellenza e per l’ottimo lavoro svolto come responsabile del polo, Giovanni Guarnieri per l’esordio in Promozione, Gennaro Trimarco come miglior arbitro del Settore giovanile e per il passaggio in Seconda categoria, Maurizio Battipaglia e Francesco Morelli per il passaggio al CRA come arbitri di Calcio a 5, Nicodemo Anania per l’ottimo lavoro svolto come OT del Calcio a 5, Alfonso Amato per il passaggio come osservatore al CRA, Giandomenico Franciullo che ha partecipato al progetto Talent nel 2014 e per il passaggio in Eccellenza, Giuseppe Fresa e Sante Garofalo per i risultati raggiunti come assistenti in Eccellenza.

di Fioravante De Sio e Giovanni Aruta

Nelle foto le premiazioni da parte di Cappelli: in alto Gaudieri, in basso nell’ordine Garofalo e Fresa, Amato e La Cerra.

11259

Sezione di Avellino

Gli arbitri irpini pronti per una esaltante stagione

Si apre con una due giorni intensa la stagione degli arbitri avellinesi. I ragazzi dell’Organo Tecnico Sezionale infatti si sono ritrovati a Nusco, nel cuore della verde Irpinia, per seguire i lavori che li preparano alla stagione ed essere verificati atleticamente e tecnicamente. Nel giorno di sabato 3 ottobre ci si è radunati presso lo stadio di Nusco per sostenere i test atletici, che hanno visto alcuni ragazzi raggiungere risultati molto brillanti. In seguito, si è rimasti sul campo con una lezione sullo spostamento tenuta da Domenico De Girolamo, Balbi e Lippiello, i quali hanno mostrato ai ragazzi le posizioni da assumere in determinate situazioni.
Successivamente, si raggiunge la sala del teatro del Comune di Nusco, dove il Presidente Zaccaria ha aperto ufficialmente il raduno. Dopo il saluto del collaboratore del CRA Alberico Galluccio, sono stati proiettati dei filmati volti all’esame di alcune situazioni di gioco. Molto interessante è stata la proiezione di alcuni video che avevano come protagonisti gli stessi ragazzi, ripresi nelle gare dello scorso anno: la partecipazione è stata molto attiva, sono state poste diverse domande che hanno dato vita ad una discussione molto positiva per la crescita. Dopo la cena, un’altra mini riunione con alcuni consigli ai ragazzi sull’aspetto comportamentale.
Nel giorno di domenica 4 ottobre giungono a Nusco anche gli osservatori. Viene mostrata dal componente del Settore Tecnico Mauro Russo la Circolare n.1; successivamente riunione congiunta con arbitri e osservatori: il Presidente Zaccaria, insieme ai responsabili degli osservatori Vincenzo Storti e Antonio Genovese, hanno impartito le disposizioni che dovranno seguire nelle visionature degli arbitri. In seguito, graditissima visita dell’assistente della CAN B Giovanni Pentangelo, il quale ha intrattenuto con i presenti un interessante discorso sulla figura dell’arbitro.
Prima della chiusura dei lavori, vengono premiati gli associati che nello scorso anno si sono distinti particolarmente: il premio “Mimmo Nigro” quale miglior arbitro nazionale è stato conferito a Nicola Nevio Spiniello, assistente promosso alla CAN PRO, premiato dai genitori di Mimmo di cui la Sezione di Avellino porta il nome; il premio “Schiavone” quale miglior arbitro regionale viene consegnato da Giovanni Pentangelo a Carmine Picariello, assistente promosso alla CAN D; il premio come miglior arbitro sezionale conferito dal sen. Cosimo Sibilia a Simone Palmieri.
Soddisfatto il Presidente Zaccaria: «Ho un gruppo eccezionale: in questa due giorni ho notato grande voglia dei più giovani di far bene e di scendere in campo, e grandissima voglia dei più grandi per accompagnarli nel percorso di crescita. Sono convinto che ci sono le basi per costruire una grande forza arbitrale avellinese: non resta che cominciare!».

di Fabio Mattia Festa e Giovanni Aruta

Nelle foto, alcuni momenti del raduno.

12119294_10205553477378484_314057359_o

CRA Campania

Progetto UEFA Talent & Mentor

Un fine settimana davvero speciale per i nostri otto arbitri Talent individuati dal CRA e i due Mentor, Luigi Signoriello e Alfredo Zivelli, scrupolosamente scelti dal Settore Tecnico, che hanno partecipato al raduno che ormai si tiene da diversi anni al Centro Tecnico Federale di Coverciano. L’emozione è forte, entrare nel tempo del calcio, per chi il calcio lo ama, è una sensazione che si può definire al dir poco speciale ; per chi poi, tiene fisso lo sguardo verso una meta, mosso da una passione che da sempre contraddistingue il nostro ruolo, dentro e fuori dal campo, diventa pura magia. La magia aumenta soprattutto quando all’arrivo dei nostri arbitri in tarda mattinata, questi si trovano nel pieno delle partenze degli arbitri “di casa” della CAN A, tra cui il nostro corregionale Marco Guida che li accoglie con immenso piacere. I tempi sono stretti e gli arbitri da subito iniziano a visitare il Museo del Calcio, che raccoglie le divise della Nostra nazionale e tutto ciò che apparteneva a chi ha portato alta la bandiera della nostra nazione, compresi ovviamente i nostri migliori arbitri degli ultimi cinquant’anni. Dopo il pranzo Il responsabile del Settore Tecnico Alfredo Trentalange con i tre vice Guido Falca, Duccio Baglioni e Francesco Milardi, Sabrina Rondoletti responsabile del progetto Talent&Mentor, Luca Gaggero responsabile del modulo Formazione e il coordinatore Marcello Marcato hanno dato il via ufficialmente al raduno. Nel pomeriggio due visite inaspettate riempiono di orgoglio tutti gli arbitri presenti in sala: Nicola Rizzoli ed Elenito Di Liberatore, entrambi ormai internazionali che da diversi anni che militano nell’elite della UEFA e della FIFA, hanno tenuto due lezioni sulla lettura della gara, il fuorigioco e il modo di vivere l’arbitraggio. Come da diversi anni, presente al progetto è Francesco Bianchi, delegato della UEFA a seguire lo stesso in Italia. Bianchi, tenendo una lezione magistrale, analizza con scrupolosità tutti gli aspetti del vantaggio e cosa un arbitro deve fare per valutare l’assegnazione o meno, mostrando agli arbitri video, episodi e slide interattive. Anche in questo contesto i nostri arbitri campani si sono distinti per conoscenza del regolamento, capacità critica e di analisi e attenzione a tutti i particolari. Non poteva mancare anche la visita del presidente dell’AIA Marcello Nicchi che con gioia ha voluto presenziare al raduno dimostrando forte attenzione da parte della dirigenza centrale alle realtà periferiche e ai suoi arbitri, mettendo in luce anche come questa dirigenza investe e ha come priorità assoluta il processo di crescita degli arbitri. La giornata si è conclusa con i videotest, dove gli arbitri, dopo aver visionato attentamente un filmato, devono riportare su di uno schema predefinito, il giusto provvedimento tecnico e disciplinare.

Nel secondo giorno, all’interno della palestra i preparatori atletici hanno illustrato il programma di riscaldamento antinfortunistica “11plus” FIFA. Al rientro gli arbitri hanno incontrato il responsabile della CAI Vincenzo Fiorenza, che ha ricordato agli arbitri che la sua commissione è la meta più vicina da dover raggiungere, quali sono i requisiti per la permanenza e ciò che la commissione cerca tra i suoi “cuccioli di arbitro”.  All’instancabile Alfredo Trentalange, che ha seguito gli arbitri in ogni singolo passo, tocca la chiusura del raduno. Con spirito rinnovato e con tanta voglia di fare gli otto Talent e i loro due Mentor alle 17:00 riprendono la marcia verso la Campania pronti per arbitrare, più consapevoli delle loro responsabilità e dell’occasione che hanno ricevuto.

di Luca Cavalli.

 

12116543_10205553475738443_900554359_o 12119716_10205553476498462_468716528_o 12164401_10205553477098477_167104006_o 12165122_10205553475058426_1324328360_o (1)

 

 

IMG_0173

CRA Campania

26 SETTEMBRE 2015 O.A. DAY A CASERTA 

Dando seguito a quanto proposto dal Settore Tecnico Nazionale gli Osservatori a disposizione dell’Organo Tecnico Sezionale delle Sezioni di Caserta,  Frattamaggiore e Nola si sono riuniti presso la sezione di Caserta, per partecipare all’O.A. DAY diretto in modo  impeccabile  dal collega Carmine La Mura, componente del Settore Tecnico Nazionale.

La giornata è iniziata alla ore 10:00 con l’arrivo di tutti gli O.A. trasformando l’evento in raduno intersezionale degli stessi Osservatori. Alle ore 10:30 l’inizio dei lavori è stato aperto dal Presidente  di casa Antonio Santangelo che dopo il rituale saluto di benvenuto ai presenti, ha ribadito  ciò che è stato detto in occasione della riunione nazionale dei Presidenti tenutasi a Pacengo di Lazise, dal Responsabile del Settore Tecnico Nazionale Alfredo Trentalange; per svolgere bene il lavoro di formazione è indispensabile un costante aggiornamento. Dopo di che c’è stato l’intervento dei Presidenti delle sezione di Frattamaggiore e Nola, Michele Affinito e Severino Vitale, i quali anche loro hanno ribadito la necessità che l’AIA si è proposta di formare i formatori, i quali  devono essere in grado di farsi apprezzare per la conoscenza tecnica e regolamentare. Presente all’evento quale rappresentante del CRA, il collega Ciro Pegno responsabile degli Osservatori presso il CRA, che dopo aver trasferito ai presenti i saluti del Presidente Virginio Quartuccio ha rimarcato il ruolo che riveste l’Osservatore e la necessità e capacità che si dovrà intraprendere per adeguarsi alle disposizioni impartite dall’alto, il cui obiettivo è quello di raggiungere la uniformità nell’attribuzione del voto all’arbitro. Alle ore 11:00 si è passati alla fase operativa in cui il collega Carmine La Mura dopo aver spiegato il perché l’AIA aveva indetto l’O.A. DAY Sezionale e come si sarebbe svolto, ha spiegato col supporto di slide la circolare n°1 e le precisazioni sulla regola 11. Dopo ha proiettato i quiz regolamentari a cui tutti gli Osservatori presenti hanno dato risposta. Alle ore 12:30 pausa pranzo presso un noto ristorante casertano, dopo di che alle ore 15:00 tutti nuovamente nella sala riunione della sezione di Caserta per assistere alla proiezione di una gara, sempre sotto la regia del bravissimo Carmine La Mura, per poi alla fine assegnare il voto all’arbitro. Dopo aver ritirato le schede con il voto assegnato da ciascuno alla visionatura, il buon Carmine La Mura ha analizzato la prestazione del collega con precisi video di supporto che sono serviti soprattutto a comprendere i punti essenziali che devono essere oggetto della stesura della relazione. Alle ore 17:30 come da programma, l’incontro ha avuto fine con la soddisfazione di tutti per la giornata trascorsa.

di Giovanni Aruta

IMG_0134 IMG_0141 IMG_0145 IMG_0147 IMG_0148 IMG_0150 IMG_0159