Archivio mensile:maggio 2016

12270

Sezione di Torre del Greco

Per la quarta volta viene rieletto D’Antonio

Nei giorni scorsi, si è tenuta l’Assemblea elettiva della Sezione arbitri di Torre del Greco, che ha rinnovato con ampio consenso la piena fiducia all’uscente Presidente Antonio D’Antonio, al suo quarto mandato. È stato confermato così il pieno appoggio alla direzione sezionale negli ultimi anni e rinnovato il rapporto per il prossimo quadriennio. Un consenso plebiscitario ratificato alla presenza del componente del Comitato Regionale Arbitri della Campania Mario Rossi.
Nella stessa serata, nel rispetto del vigente regolamento associativo, sono stati anche eletti i due membri del Collegio dei revisori Michele Palomba e Giuseppe Andrea Palomba. Dunque, ancora una volta gli arbitri torresi hanno voluto dare piena fiducia all’attuale presidente per il grande lavoro che sta producendo e per gli obiettivi prefissati, unitamente a tutti gli uomini che lo circondano, affinché la Sezione possa raggiungere quell’affermazione di spessore in ambito nazionale.
«Desidero esprimere il mio sincero ringraziamento e la mia profonda gratitudine – commenta D’Antonio – per la straordinaria dimostrazione di fiducia che avete voluto regalarmi. Questo sarà il mio quarto mandato quadriennale che certamente sarà di grande responsabilità ed io farò di tutto per ricambiare il vostro affetto! Il vostro sostegno è la spinta necessaria ad affrontare con determinazione, serenità e sacrificio tutto quanto necessita per valorizzare ancora di più la nostra Sezione. Il successo non è del solo singolo, ma di tutti noi indistintamente. La vera forza dei successi siete voi! Un grazie infinito».

di Antonio Panariello e Giovanni Aruta

thumbfooter2_12270 thumbfooter1_12270

12267

Sezione di Frattamaggiore

Gli associati si affidano al rieletto Michele Affinito

Venerdì 13 maggio si è tenuta l’assemblea elettiva del Presidente di Sezione, del delegato sezionale e dei revisori dei conti presso la Sezione “Gennaro Marchese” di Frattamaggiore.
Coloro che hanno deciso di candidarsi come revisori sono stati Diego Colella, Riccardo De Curtis e Domenico Castaldo, mentre unici erano i nomi “papabili” a Presidente sezionale, ossia l’uscente Michele Affinito, e come delegato sezionale, ossia l’ex assistente di Serie A, Salvatore Argiento.
Il Presidente uscente ha illustrato i risultati raggiunti, partendo dai dati provenienti dall’AIA centrale, fra i quali spiccavano la percentuale dell’83% dei ragazzi designati come “selezionabili” per le categorie successive (quasi 20 punti più della media nazionale). Si è complimentato, inoltre, con i non selezionabili che fanno il proprio dovere ogni domenica sui campi di provincia.
La sua attenzione e i suoi complimenti sono passati al 43% dei ragazzi impegnati in Seconda Categoria con votazione di 8,60 e all’oltre 20 con voto di 8,50, agli osservatori che li visionano e per l’impegno degli assistenti regionali e nazionali.
Successivamente la parola è passata al Presidente dei revisori dei conti, Antonio Portella, che ha illustrato il miglioramento delle finanze associative a dispetto del restyling nella vecchia Sezione e del trasloco di qualche mese fa nella nuova sede.
Dopo i discorsi, la parola è passata agli associati, i quali hanno emesso i seguenti verdetti: Domenico Castaldo e Riccardo De Curtis sono divenuti revisori dei conti; Salvatore Argiento è stato eletto delegato sezionale; Michele Affinito riconfermato presidente.
Tutti gli eletti, emozionati non poco, hanno ringraziato i colleghi che li hanno scelti, ma emblematiche sono state le parole del ri-eletto Presidente: «Voglio ringraziare tutti gli associati che mi hanno permesso di raggiungere questo importante risultato, apprezzando il lavoro svolto fino a oggi e consentendone la prosecuzione con nuovi stimoli ed obiettivi. Il clima associativo riunito e granitico rappresenta sicuramente una condizione fondamentale per il benessere di tutti. Vorrei concludere citando Indira Ghandi: “Penso che una volta la leadership significasse imporsi; oggi è possedere le qualità necessarie per meritare la stima degli altri”».

di Nando Paciolla e Giovanni Aruta

thumbfooter6_12267 thumbfooter1_12267 thumbfooter2_12267 thumbfooter3_12267 thumbfooter4_12267 thumbfooter5_12267

12234

Sezione di Frattamaggiore

Un’iniziativa solidale con gli arbitri protagonisti 

Nei giorni scorsi si è svolto un quadrangolare benefico, organizzato dall’Airfa (Associazione italiana per la ricerca sull’anemia di Fanconi), con l’apporto della Sezione Arbitri di Frattamaggiore e gli istituti: Liceo Scientifico I.I.S.S. “Giancarlo Siani” di Casalnuovo; Liceo Classico-Scientifico “Vittorio Imbriani” di Pomigliano D’Arco; Liceo Classico-Scientifico-linguistico “Alfonso Maria De’ Liguori” di Acerra; Liceo Scientifico “Filippo Brunelleschi” di Afragola.

L’evento è stato condotto da Gabriele Manzo di Rtl 102,5 e ripreso da Tv Baiano ed ha visto la presenza di milleduecento ragazzi, contando quelli sugli spalti ed i partecipanti alla competizione (tutti di età 14-18 anni), questi ultimi diretti dalla terna frattese composta da Daniele Cristiano, Enrico Esposito e Giuseppe Verde.

Gli istituti scolastici sono stati estremamente cortesi a prestarsi all’evento sportivo ed al preambolo di “sensibilizzazione” nella fase pre-torneo, ma tantissimo hanno dato gli arbitri di Frattamaggiore grazie all’impegno del Presidente Michele Affinito.

I fondi raccolti saranno donati ad un ricercatore tedesco che da due anni si occupa di ricerca sullo sviluppo di cellule tumorali nella cavità orale per le persone affette dall’anemia di Fanconi, il quale studia in una struttura organizzativa tedesca simile all’Airfa. Gli arbitri frattesi, dunque, mostrano sensibilità ai problemi sociali.

di Ferdinando Paciolla e Giovanni Aruta

 

SAMSUNG CSC

Sezione di Agropoli

Donato Mauro nuovamente Presidente 

Donato Mauro è stato nuovamente eletto Presidente della Sezione di Agropoli per il prossimo quadriennio olimpico (2016-2020). Unico candidato anche per questa tornata elettorale, il Presidente Mauro si è imposto con oltre il 75% dei voti validi, segno dell’ottimo lavoro svolto negli ultimi quattro anni.

La serata si è aperta con la riunione biennale, durante la quale è stato approvato il bilancio del biennio 2014-2016, per poi passare all’elezione dei due membri del collegio dei revisori dei conti, l’organo preposto al controllo delle attività sezionali. Sono risultati eletti Michele Caputo e Matteo Marrocco. Presente il componente del Comitato Regionale Arbitri Vincenzo Di Maio della Sezione di Castellamare di Stabia, il quale ha provveduto a presenziare e a verificare la regolarità delle elezioni svoltesi.

Prima del voto finale, il Presidente Donato Mauro ha voluto mostrare a tutti i presenti un video, nel quale sono stati ripercorsi i momenti più significativi del primo mandato. Dopo l’avvenuta elezione, il rieletto Presidente ha ringraziato i presenti in sala per la fiducia nuovamente accordatagli, sottolineando come molte cose siano ancora da fare e come questi prossimi quattro anni siano un naturale proseguimento del lavoro avviato nel 2012. Gli associati si sono poi congratulati con il Presidente e gli hanno augurato di proseguire sulla scia del lavoro svolto fino a questo momento.

di Giovanni Aruta

thumbfooter5_12228 thumbfooter4_12228 thumbfooter3_12228 thumbfooter2_12228 thumbfooter1_12228

12227

Sezione di Avellino

Confermato il Presidente Zaccaria.

Nella serata del 6 maggio si è tenuta l’Assemblea Sezionale Elettiva. Gli associati irpini sono stati convocati, secondo il regolamento AIA, ad eleggere il Presidente di Sezione e il Delegato sezionale, nonché i due componenti del Collegio dei Revisori Sezionali per l’Assemblea ordinaria biennale.

Verificata la regolarità dell’Assemblea da parte del CRS, alla presenza di Oreste Alfano in rappresentanza del CRA, è stato istituito l’Ufficio di Presidenza del seggio con Gianluca Restieri a dirigere i lavori, Paolo Roselli come segretario, Giuliana Ciccopiedi e Antonio Aletta come scrutatori. Sono state lette dal presidente uscente Saverio Zaccaria la relazione tecnica e associativa, dal Presidente del CRS Fabio Mattia Festa la relazione amministrativa biennale, successivamente approvate. Si è poi passati alla elezione dei due nuovi componenti del CRS, e risultano eletti Santolo Lippiello con 58 preferenze e Palmira Marianna Cucciniello con 53.

In seguito si è passato al voto del Presidente, unico candidato Saverio Zaccaria, che ha esposto un programma molto dettagliato per il prossimo quadriennio, e del Delegato sezionale, unico candidato Diego De Gisi. Le preferenze denotano un dato importante: la Sezione è unita e coesa ed è pronta a continuare il lavoro già iniziato quattro anni fa: il Presidente Zaccaria è stato infatti rieletto con 67 preferenze su 69, il delegato De Gisi ha raggiunto 64 preferenze su 69.

Soddisfatto il presidente Zaccaria: «Il risultato è molto importante: la Sezione è unita, abbiamo lavorato bene in questi quattro anni, ma dobbiamo far di tutto per crescere ancora».

di Giovanni Aruta

Nella foto in alto, l’Assemblea.

Nelle altre foto: Zaccaria e De Gisi con Alfano; Festa legge la relazione amministrativa ; Zaccaria illustra la relazione tecnica e associativa.

thumbfooter1_12227 thumbfooter2_12227 thumbfooter3_12227

12224

Sezione di Battipaglia

La visita di Gennaro Leone 

Dopo la visita di Domenico Celi nella precedente riunione, la Sezione di Battipaglia ha avuto il piacere di ricevere un’altra visita illustre, l’organo tecnico del CAN Beach Soccer Gennaro Leone. A differenza del precedente ospite, Gennaro ha già avuto modo di essere ospitato in Sezione l’anno passato, dando così l’opportunità agli associati battipagliesi di conoscere meglio questo sport ,che, anno dopo anno, sta aumentando sempre più la propria popolarità.

Davanti ad una platea come sempre numerosa, Gennaro ha messo in risalto le caratteristiche e la spettacolarità di questo sport, caratteristiche che lo differenziano dal Calcio e dal Calcio a 5 per variegati aspetti: il più rilevante è il calcio di punizione a cono che avviene quando un giocatore ha subito fallo nella propria metà campo ed il posizionamento dei calciatori, che tranne il portiere, dovranno lasciare libero il cono immaginario tra il pallone e la porta avversaria. Un altro fattore importante di questo sport sono le rovesciate: quest’ultime infatti, al fine di rendere il Beach Soccer ancor più spettacolare, sono maggiormente tutelate, dando così modo di assistere spesso a gol da cineteca.

Gennaro ha fatto un po’ il quadro dell’andamento del Beach Soccer in Italia, dove anche in questo ambiente la classe arbitrale nostrana ha saputo farsi valere, soprattutto con Gianni Matticoli, che nella precedente stagione sportiva si è tolto grossissime soddisfazioni dirigendo le finali del campionato del mondo, dei giochi olimpici, del campionato europeo, della Coppa Europa e del campionato italiano, coronando l’annata fantastica ricevendo il premio “Presidenza AIA”, essendo stato l’arbitro effettivo maggiormente distintosi nel 2015.

Anche la sezione di Battipaglia ha scritto una pagina di storia importante nel Beach Soccer, essendo stata rappresentata da Alfonso Amato, che ha diretto la finale del campionato italiano nel 2004. Inoltre Gennaro ci teneva a precisare che quest’anno Catania sarà la location in cui si disputeranno due manifestazioni molto importanti del Beach Soccer: la Champions League maschile (con 64 squadre) e femminile (con 16 squadre) che si disputerà dal 22 al 29 maggio. Ovviamente la classe arbitrale italiana sarà ancora una volta ben rappresentata nella Champions, avendo ben otto arbitri del Bel Paese impegnati, dei quali quattro sono internazionali ed altri quattro (tra cui due donne) sono tra i primi otto in graduatoria, dopodiché ci sarà la disputa della Coppa Italia, in programma dal 1° al 5 giugno, sempre nella città etnea.

Successivamente Gennaro ha mostrato alcuni video in cui, dopo aver esaminato azioni specifiche del Beach Soccer, si è passati alla visualizzazione dei dieci gol più belli realizzati lo scorso anno ai mondiali in Portogallo (uno di questi è stato realizzato da un giocatore della nazionale italiana, il talentuoso Gabriele Gori).

Prima di passare ai saluti, il Presidente Angelo Cappelli ha omaggiato Gennaro della famosissima mozzarella di Battipaglia, con l’augurio di riaverlo nuovamente come ospite in Sezione.

di Gabriele Pastore e Giovanni Aruta

footer1_12224

12216

Sezione di Nola

Confermato Vitale come Presidente.

Nola sceglie ancora una volta Severino Vitale come guida per la Sezione per il quadriennio 2016-2020. Quello che potrebbe sembrare un risultato scontato, non lo è stato affatto, per svariati motivi: non è da tutti, dopo tre mandati consecutivi, rimanere “sul pezzo”, al passo con le evoluzioni dell’Associazione di questi anni ed è cosa di pochi ottenere nuovamente un consenso così forte ed inequivocabile. Basti pensare che su 160 aventi diritto al voto, 117 hanno votato e 116 sono state le preferenze per il riconfermato Presidente.

Il successo della serata si era intuito già al termine della lettura da parte di Vitale della relazione programmatica per il prossimo quadriennio, accolta con un tripudio dai presenti e impreziosita da una citazione mutuata dal compianto Gaber: «La libertà non è star sopra un albero, non è neanche il volo di un moscone, la libertà non è uno spazio libero, libertà è partecipazione».

Una partecipazione davvero importante, dunque, che riconferma l’amore per la Sezione da parte degli associati, ma che il Presidente rieletto si augura possa estendersi alla quotidianità associativa: «Ringrazio tutti quello che credono nel lavoro di questa Presidenza e dei collaboratori. – ha chiosato Vitale – Mi aspetto, però, che tutti si sentano parte di questa realtà,proponendo nuove idee ed iniziative per confermare Nola sui buoni standard a cui è giunta in questi anni».

La serata ha visto lo svolgersi in contemporanea dell’Assemblea Ordinaria e di quella Elettiva, che oltre alla nomina del Presidente Sezionale ha visto altri altrettanto importanti verdetti: per quanto riguarda i Revisori Sezionali, riconfermati in carica Tommaso Amatucci e Francesco Principato, che affiancheranno il terzo membro nominato dal CRA Campania nel controllo amministrativo della Sezione: professionisti seri, entrambi iscritti all’albo dei dottori commercialisti, a riconferma della qualità degli associati a disposizione della realtà. Scelto inoltre il Delegato Sezionale: fiducia ricaduta, con l’enorme riscontro di 90 voti e per il secondo quadriennio consecutivo, su Giovanni Sasso, Vicepresidente sezionale, persona molto apprezzata da tutto l’ambiente per l’entusiasmo che riesce a trasmettere e per le indubbie doti tecniche ed umane.

Nel tirare le somme della serata sembrerebbe banale parlare di trionfi ma anche di vittoria scontata: dietro l’ennesima riconferma del Presidente Severino Vitale c’è il lavoro di anni, i sacrifici fatti alla continua ricerca del miglioramento, passo dopo passo, in ogni aspetto, sia esso tecnico, associativo o amministrativo, senza strafare e non facendo proclami e sempre nella convinzione di lavorare a favore dei ragazzi nel nome di una tradizione ormai solida come quella nolana.

di Giovanni Aruta

thumbfooter6_12216 thumbfooter5_12216 thumbfooter4_12216 thumbfooter3_12216 thumbfooter2_12216 thumbfooter1_12216

 

12211

Sezione di Frattamaggiore

L’attività sociale in prima linea

Il 4 maggio si è tenuto presso lo Stadio Ianniello di Frattamaggiore il triangolare di beneficenza intitolato “Un goal per la vita”, che è stato arbitrato da una terna composta dal Presidente della locale Sezione AIA, Michele Affinito, come direttore di gara, dall’ex assistente Internazionale di Calcio femminile (assistente della finale mondiale femminile), Giuliana Guarino e dall’ex assistente di Serie A, Salvatore Argiento; quarto uomo Pietro Giustino.
La squadra delle “vecchie glorie” arbitrali frattesi era estremamente carica e fiera di partecipare ad un evento benefico che ha visto la presenza di Marika Fruscio come madrina e del comico di “Made in sud”, Alessandro Bolide, come testimonial e giocatore della squadra “vecchie glorie del Napoli”, che ha disputato due match, di cui uno con la squadra dei commercialisti di Napoli.
L’evento, che contava fra gli organizzatori associazioni radicate sul territorio come “Piccole gioie per i bambini della Terra dei fuochi” ed ha visto la presenza del Sindaco Del Prete, ha portato ad un buon incasso che sarà interamente devoluto in coincidenza.
Fatte queste dovute note di cronaca, è necessario ricordare: «La beneficenza è come l’umiltà: la si perde quando la si dichiara». La targhetta ricevuta dalla nostra terna (simbolicamente da tutta la Sezione frattese) sarà esposta nei nostri cuori ed anime, oltre che nei locali sezionali in maniera orgogliosa. Servirà da memorandum per il nostro futuro e per le future generazioni di arbitri per ricordare che siamo sì un’Associazione nazionale, ma radicata sul territorio e formata da persone sane per cui è quasi un dovere per noi aiutare chi è meno fortunato. Il Presidente della Sezione di Frattamaggiore è entusiasta: «Ci rivolgiamo sempre ai fatti sociali. Non è la prima volta, in passato abbiamo fatto tanto anche per i bambini poveri e per le famiglie disagiate. Di fronte a problemi come questi non ci tireremo mai indietro».

di Ferdinando Paciolla e Giovanni Aruta

thumbfooter1_12211 thumbfooter2_12211 thumbfooter3_12211 thumbfooter4_12211 thumbfooter5_12211

 

SAMSUNG CSC

Sezione di Agropoli

Riunione con il Componente CAN 5 Marcello Toscano

Riunione importante quella di venerdì 22 aprile per la Sezione di Agropoli. I fischietti cilentani hanno infatti avuto l’onore di ospitare il componente CAN 5 Marcello Toscano, appartenente alla Sezione di Ercolano. Il Presidente Donato Mauro, da buon “padrone di casa”, ha accolto l’illustre ospite, ricordando che Marcello è innanzitutto un amico, con il quale ha condiviso tante partite e avventure nella decennale appartenenza alla Commissione nazionale.
Prima di iniziare la riunione, è stato proiettato un video nel quale sono stati ricordati i momenti più significativi della vita arbitrale e dirigenziale di Marcello Toscano fino ai giorni nostri. Visibilmente commosso, l’ospite ha ringraziato per la bella sorpresa, ricambiando anche egli con la proiezione di alcune foto che lo ritraevano con il Presidente Donato Mauro nel corso di vari raduni alla CAN 5. Ha poi ricordato come la Sezione di Agropoli ha sempre dedicato particolare cura alla disciplina del Calcio a 5, tanto che ha attualmente in organico nazionale due arbitri, Antonio Marino e Simone Zanfino, nonché numerosi arbitri in regione.
La riunione è entrata poi nel vivo: con estrema passione e professionalità, Marcello ha spiegato ai presenti le prerogative e il lavoro della Commissione di cui fa parte, specificando come ogni minimo dettaglio sia curato in maniera certosina, senza lasciare nulla al caso. Il Calcio a 5 è uno sport in continua evoluzione ed è quindi necessario che ogni arbitro sia preparato sotto ogni aspetto: tecnico, atletico, ma soprattutto comportamentale e di gestione psicologica, data la presenza del pubblico praticamente a ridosso del terreno di gioco.
Sono stati poi proiettati alcuni video con alcuni episodi arbitrali e le decisioni prese in campo: Marcello ha specificato che questo lavoro è di fondamentale importanza per raggiungere l’uniformità nelle decisioni. Inoltre sono stati mostrati i video con i goal più belli degli ultimi Europei.
Al termine dell’incontro, nel ringraziare la platea e nell’augurare ogni fortuna ad ogni associato, ha donato al Presidente Donato Mauro la maglia degli Organi Tecnici e altro materiale tecnico da donare ai ragazzi più meritevoli; il Presidente, nel ringraziare ancora una volta Marcello per la sua presenza, lo ha insignito con una targa ricordo della serata.

di Giovanni Aruta

thumbfooter1_12187 thumbfooter2_12187 thumbfooter3_12187 thumbfooter4_12187 thumbfooter5_12187 thumbfooter6_12187

12185

Sezione di Napoli

L’internazionale di Calcio a 5 Nicola Maria Manzione in visita.

La visita di un arbitro internazionale di Calcio a 5 è un evento importante, più unico che raro. Non capita tutti i giorni di trovarsi a discutere piacevolmente di regole e casistica con chi “a quel livello” c’è per davvero. Nicola Manzione, arbitro internazionale di Calcio a 5 della Sezione di Salerno, è stato accolto nella Sezione di Napoli da una folta platea: tutto l’organico di Futsal sezionale e regionale, tutti i colleghi campani a livello nazionale, tutti gli Organi Tecnici (a partire da Marcello Toscano che è intervenuto per sottolineare quanto questi incontri siano “formativi ed efficaci”) regionali e sezionali.
Il padrone di casa, il Presidente Paolo Gregoroni, ha subito passato la parola al collega Manzione, che ha detto che in poche occasioni ha potuto vivere un momento associativo del genere. Nicola si è soffermato sulla caratteristica fondamentale dell’arbitro: migliorarsi e puntare sempre al massimo. «Per diversi anni – ha affermato – sono stato in regione ed in Serie B e la mia crescita è stata graduale e piena di soddisfazioni. Crederci, essere costanti ed umili. Aggiornarsi sempre sulle regole e la loro applicazione». Manzione è arbitro UEFA Top Class, al vertice essendo uno degli arbitri internazionali italiani del Calcio a 5.
Dopo essersi presentato in maniera cordiale e gioviale, Manzione è passato all’analisi tecnica di una finale giovanile Russia-Brasile. In questa gara sono stati analizzati minuziosamente tutta una serie di episodi e tutto quello che “non bisogna fare” quando ci si trova davanti a situazioni complesse. I preziosi consigli del collega sono stati conditi da tante domande ed osservazioni, anche da parte degli altri arbitri nazionali presenti, mantenendo sempre uno stile colloquiale ed al tempo stesso aperto a tutti. È stato elevato di molto il livello tecnico della riunione grazie anche agli interventi degli Organi Tecnici, tra i quali è spiccato quello di Marcello Toscano che ha invitato i giovani presenti a «credere nel Calcio a 5 e nella grande occasione che questo sport può dare a tutti gli associati».
A conclusione della serata, dopo circa due ore intense e piacevoli di riunione tecnica, c’è stato un momento conviviale condiviso da tutti i presenti.

di Filippo Cagno e Giovanni Aruta

thumbfooter1_12185