Archivio mensile:novembre 2016

13004

Sezione di Nocera Inferiore

La visita dell’arbitro CAN B, Federico La Penna

Lo scorso 16 novembre, nella bella cornice del Circolo Unione di Pagani, si è tenuta la riunione tecnica obbligatoria plenaria con ospite l’arbitro CAN B Federico La Penna, della Sezione di Roma 1. Il Presidente di Sezione, Carmine La Mura, dopo aver ringraziato Gino De Prisco (Presidente del Circolo e già associato della Sezione nocerina) per l’ospitalità offerta, ha presentato l’ospite intervenuto per il CRA Campania, Ciro Pegno, Responsabile degli osservatori. Dopo i saluti di Gino De Prisco, di Ciro Pegno e dell’assistente arbitrale CAN B Orlando Pagnotta, massima espressione al momento della Sezione nocerina nonché Consigliere della stessa, Federico ha preso la parola, davanti ad una platea di circa centocinquanta associati
Il trentatreenne fischietto romano, con all’attivo 80 gare in Serie B e 4 nella massima serie, ha ripercorso le tappe della sua carriera. Prima giocatore di rugby e poi arbitro a 17 anni, su consiglio di un associato della sua Sezione, Federico ha raccontato che non è stato semplice approcciarsi ad uno sport completamente diverso da quello praticato in precedenza. Solo scendendo sui campi ha imparato ad affrontare i calciatori nel giusto modo, affinando nel contempo la tecnica e lo spostamento. Rivolgendosi ai giovani arbitri li ha quindi invitati a non mollare mai, raccontando due bei aneddoti relativi alla sua carriera: è stato infatti “ripescato” per ben due volte, prima per il passaggio alla CAI e poi per quello alla CAN B. Alla luce di ciò, Federico ha esortato tutti a dirigere ogni gara come fosse una finale, perché anche una partita qualsiasi potrebbe essere decisiva per un salto di categoria.
Federico ha poi inteso soffermarsi sull’aspetto tecnico, mostrando diversi filmati di partite dirette in Serie A e B, e interagendo nel contempo con la platea, soprattutto con i giovani arbitri, che ponendo interessanti domande, gli hanno dato l’opportunità di commentare diversi episodi.
Al termine dell’interessante riunione il Presidente Carmine La Mura ha ringraziato tutti i presenti, sottolineando quanto questi momenti siano importanti per la crescita tecnica ed associativa di tutte le componenti arbitrali. Ha, inoltre, espresso parole di elogio per Federico che con maestria ha regalato due ore di emozioni a tutti gli associati presenti. «Questi incontri servono – ha detto La Mura – ai nostri ragazzi per crescere e avere quella esperienza necessaria per proseguire l’attività e migliorare le loro prestazioni».

di Giovanni Aruta

thumbfooter1_13004 thumbfooter2_13004 thumbfooter3_13004 thumbfooter4_13004 thumbfooter5_13004 thumbfooter6_13004 thumbfooter7_13004

12968

CRA Campania

Seconda edizione della Referee Run, a Paestum un grande successo

Uno scenario fantastico, la zona archeologica di Paestum con i suoi templi, ha fatto da palcoscenico per gli arbitri provenienti da tutta Italia che si sono affrontati per gareggiare alla II edizione della Referee RUN organizzata dall’Associazione Italiana Arbitri.
Il Campionato italiano di corsa per arbitri sulla lunghezza dei 10km è stato un momento dove passione, amicizia, stare insieme, coraggio, fiducia, e voglia di sfidare se stessi e il cronometro hanno arricchito il bagaglio dei direttori di gara che insieme hanno affrontato il circuito di Paestum per la Maratona dei Templi.
La manifestazione vedeva alla partenza anche gli avvocati italiani per il campionato forense che hanno quindi condiviso con gli arbitri lo sforzo finale.
Il CRA Campania Virginio Quartuccio insieme alla Sezione di Salerno guidata da Roberto Ronga con l’organizzazione dell’instancabile Mauro Russo del Settore Tecnico ha completato una giornata di festa.
All’evento ha preso parte anche il Vice Presidente dell’AIA Narciso Pisacreta accompagnato anche da Gennaro Leone vice responsabile della CAN BS e Fabio Maresca arbitro in forza alla CAN A.
In gara però non sono mancati altri direttori di gara ed assistenti delle massime categorie che hanno accettato la sfida dando l’esempio.
Un grazie anche ad Alfonso Della Rocca nella triplice veste di arbitro-avvocato-podista cha ha coordinato il tutto.
E’ stato un successo, tanta passione per correre, ma soprattutto lo stare insieme, confrontarsi dialogare, sono elementi importanti nella vita quotidiana di ognuno di noi. L’Associazione Italiana Arbitri, dopo il successo dello scorso anno con la prima edizione, ha indetto questa seconda edizione che proseguirà con le tappe di Roma del 31 dicembre organizzata dal CRA Lazio e dalla Sezione di Roma 1 nell’ambito dell’evento “We Run Rome” 2016 by Atleticom; poi domenica il 12 marzo 2017 a Vigevano (Pavia), gara organizzata dal CRA Lombardia e Sezione Lomellina in parternship con il trofeo “Scarpa d’Oro” ed infine domenica 28 maggio 2017 a Porto San Giorgio (Fermo), con il CRA Marche e Sezione di Fermo con la manifestazione “Run&Smile”.
Numerosa in questa edizione anche la partecipazione femminile, abbiamo sentito una di loro Carmen Piccolo della sezione di Taranto. “Quando ci sono queste manifestazione sono felice. L’AIA è davvero una scuola di vita, ci sono tutti gli elementi di crescita, aggregazione, un momento di comunicazione e di vedere le cose sempre positive. Davvero è stato bello”. Più avanti c’è Massimo Chiesa della sezione di Ostia che collabora all’organizzazione. “E’ fantastico vedere tante persone che si muovono da tutta Italia – dice Massimo che fa l’Osservatore arbitrale – la figura dell’arbitro di oggi è importante. L’arbitro si allena, fa il riscaldamento prima della gara, è quindi è un atleta tra gli atleti. Non vedo l’ora di partecipare anche quella dell’ ultimo dell’anno a Roma. Li giocherò in casa”. Emozionato anche il vice presidente dell’Aia Narciso Pisacreta, che fa parte della sezione di Salerno. “Vedere tante persone di ogni età correre è stato bello- dice Pisacreta- l’Aia ha dimostrato nel tempo di accelerare i processi della preparazione atletica. Quindi fare l’arbitro oggi, a tutti i livelli la preparazione atletica è fondamentale. Infine anche il presidente regionale Virginio Quartuccio. “Un bel colpo d’occhio vicino ai templi di Paestum – afferma Quartuccio- la cosa importante che tutti i nostri associati erano felice nello stare insieme, ma soprattutto uomini e donne hanno dato il meglio di loro. La nostra è una vera e propria rivoluzione, la rivoluzione della normalità”.
Entrando nella cronaca della gara invece possiamo raccontare dell’ottima performance di Giorgio Bruni di Frosinone che ha tagliato il traguardo per primo in 35 minuti e 12 secondi. Nella stessa categoria poi Federico Odoardi di Chieti distanziato di un minuto esatto e quindi Roberto Russo di Salerno che ha fermato il cronometro a 40:52. Mentre tra le donne si è aggiudicata la tappa Emanuela Zaetta di Belluno, seguite dall’assistente internazionale Veronica Vettorel di Latina e da Chiara Lacapra di Roma1.
Nella categoria maschile 30-44 vittoria di Ronal Mento della Sezione di Lomellina, seguito da Rosario La Cerra di Battipaglia e Stefano Soriani di Ostia.
Infine per gli over 45 sale sul gradino più alto Massimo Chiesa di Ostia, secondo Nannino Raffaele Antonio di Avellino e terzo Spadaro Agostino di Catania.
In serata poi una cena insieme e la possibilità insieme ai ragazzi della Sezione di Salerno di visitare la città che ospita la Manifestazione Luci d’Artista trasformando la città in uno scenario di luci e colori con tanti stand enogastronomici e i mercatini di Natale, un’esperienza assolutamente da vivere.

I RISULTATI

UNDER 30
1 – BRUNI Giorgio – tempo 35:12:07 – Sezione di Frosinone
2 – ODOARDI Federico – tempo 36:12:43 – Sezione di Chieti
3 – RUSSO Roberto – tempo 40:52:46 – Sezione di Salerno

CATEGORIA 30-44
1 – MENTO Ronal – tempo 37:27:44 – Sezione di Lomellina
2 – LA CERRA Rosario – tempo 37:37:75 – Sezione di Battipaglia
3 – SORIANI Stefano – tempo 38:29:51 – Sezione di Ostia Lido

OVER 45
1 – CHIESA Massimo – tempo 39:09:69 – Sezione di Ostia Lido
2 – NANNINO Raffaele Antonio – tempo 39:30:89 – Sezione di Avellino
3 – SPADARO Agostino – tempo 40:56:75 – Sezione di Catania

FEMMINILE
1 – ZAETTA Emanuela – tempo 44:37:39 – Sezione di Belluno
2 – VETTOREL Veronica – tempo 47:07:54 – Sezione di Latina
3 – LACAPRA CHIARA – tempo 47:17:56 – Sezione di Roma1

di Giovanni Aruta e Alessandro Paone

Nella foto in alto il momento della partenza della Referee RUN a Paestum

Nella gallery sotto:
1 – La partenza della Maratona dei Templi – Referee RUN
2 – Giorgio Bruni primo classificato assoluto di tappa
3 – Veronica Vettorel, assistente internazionale FIFA
4 – Un gruppo “speciale” con da sin. Fiorito, Carbone, Ciancaleoni e Di Vuolo
5 – Fabio Maresca premia Emanuela Zaetta prima assoluta nella categoria donne
6 – Il podio della Referee RUN per la categoria maschile 30-44 da sin. Rosario La Cerra, Ronal Mento e Stefano Soriani
7 – Il vice presidente AIA Narciso Pisacreta consegna un riconoscimento ad Alfonso Della Roccathumbfooter1_12968 thumbfooter2_12968 thumbfooter3_12968 thumbfooter4_12968 thumbfooter4_12969 thumbfooter5_12968 thumbfooter6_12968 thumbfooter7_12968

12969

CRA Campania

Incontro atletico/tecnico degli arbitri di Promozione

Nei giorni scorsi si è svolto l’incontro atletico e tecnico per settanta giovani arbitri campani che fanno parte dell’organico di Promozione. Ad ospitare l’incontro è stata la Sezione di Napoli (che all’interno dello stadio San Paolo ha la propria sede), messa a disposizione con il consueto entusiasmo dall’appassionato Presidente Nicola Cavaccini.
L’incontro, al quale hanno partecipato la totalità dei colleghi a disposizione, è risultato particolarmente intenso e ricco di dibattiti e confronti finalizzati alla crescita del gruppo e si è dimostrato indubbiamente utile per fare il punto della situazione in relazione al comportamento generale e al rendimento arbitrale nell’ambito del campionato di Promozione dopo dieci giornate.
In mattinata, gli arbitri hanno svolto sulla pista atletica del San Paolo una seduta di allenamento agli ordini del referente atletico Oreste Rocchetti. Era presente anche l’assistente alla CAN A Ciro Carbone di Napoli (che si è allenato con i ragazzi). Nel pomeriggio il Presidente regionale Virginio Quartuccio ha analizzato caso per caso le anomalie comportamentali (per fortuna poche) registrate nella prima fase della stagione, invitando tutti gli astanti a seguire rigorosamente le disposizioni ricevute al fine di garantire in misura sempre maggiore la regolarità del campionato.
L’attenzione è stata successivamente posta in particolare su vari aspetti: lo spostamento in campo e la collaborazione arbitri/assistenti arbitrali. Un occhio di riguardo è stato dato anche alle direttive per quanto concerne il comportamento dentro e fuori dal campo, il dialogo con dirigenti e calciatori ed i rapporti con il CRA e gli Organi Tecnici.
A tal proposito il capo degli arbitri campani, Virginio Quartuccio, e il coordinatore regionale, Massimo Costa, hanno descritto come sia stato davvero costruttivo l’incontro di approfondimento tecnico/regolamentare svoltosi recentemente con gli allenatori ed i dirigenti di società regionali, segnale di distensione e maggiore armonia tra le varie componenti del gioco.
Il Presidente Virginio Quartuccio e Massimo Costa hanno poi voluto mostrare, esclusivamente a scopo didattico finalizzato alla crescita generale, alcuni video relativi ad una ventina di situazioni particolari e controverse verificatesi quest’anno proprio nel campionato di Promozione, fornendo spiegazioni in merito al comportamento ed alle decisioni adottate dai colleghi caso per caso, che nella stragrande maggioranza sono risultate corrette e precise, e comunque adeguate al contesto.
Quartuccio si è mostrato contento per i contenuti della giornata: «È stata una giornata di duro lavoro. Abbiamo dato ai nostri giovani tutta la nostra esperienza. Va bene così, possono solo crescere».

di Giovanni Aruta

thumbfooter1_12969 thumbfooter2_12969 thumbfooter3_12969 thumbfooter4_12969 thumbfooter5_12969 thumbfooter6_12969 thumbfooter7_12969

SAMSUNG CSC

Sezione di Agropoli

La visita di Gabriele Gava

Venerdì 28 ottobre si è tenuta un’importante riunione per gli associati della Sezione di Agropoli. I fischietti cilentani hanno avuto infatti l’onore e il piacere di ospitare il componente della CAN B Gabriele Gava (Sez. Conegliano), ospite sorteggiato.
È stata una serata piacevole, che si è aperta con i saluti del “padrone di casa”, il Presidente Donato Mauro, che, accogliendo e dando il benvenuto all’illustre collega, ha voluto sottolineare l’importanza di queste riunioni quale momento di crescita tecnica e di aggregazione associativa, oltre che di importante ruolo formativo. Particolarmente affettuoso il saluto del Vicepresidente Donato Nicoletti, il quale ha sottolineato le capacità tecniche e le doti umane di Gabriele, qualità apprezzate nel corso degli anni in cui hanno lavorato insieme nelle varie commissioni nazionali. Presenti inoltre gli assistenti CAN B campani Pasquale Cangiano (Sez. Napoli), Giuseppe Opromolla (Sez. Salerno), Orlando Pagnotta (Sez. Nocera Inferiore), Manuel Robilotta (Sez. Sala Consilina), l’ex componente della CAN PRO Sandro Rossomando (Sez. Salerno) e, in rappresentanza del CRA Campania Maurizio Toscano, il quale ha portato i saluti del Presidente Regionale Virginio Quartuccio, ben lieto per questo importante appuntamento per la Sezione cilentana.
Dopo la proiezione di un video che ha ripercorso l’intera carriera arbitrale e dirigenziale, Gabriele Gava ha preso la parola ringraziando il Presidente e gli associati per la splendida accoglienza. È poi subito entrato nel vivo della riunione, chiedendo la partecipazione attiva dei numerosi arbitri presenti nella gremita sala della Sezione agropolese: ha infatti proiettato numerosi episodi del campionato di Serie B, facendo domande alla platea e dando delucidazioni tecniche, soffermandosi in particolare sulle novità introdotte quest’anno, sul motivo per cui è stata presa una determinata decisione, sul posizionamento.
Al termine della riunione, il Presidente Donato Mauro ha ringraziato Gabriele Gava per la sua presenza, donandogli una targa in ricordo della serata, che è poi proseguita con una cena conviviale, durante la quale molti associati hanno posto altre domande e chiesto varie curiosità al collega. «È stata una sera eccezionale, – ha dichiarato il Presidente della Sezione Donato Mauro – con Gava i miei ragazzi hanno vissuto una serata molto importante. Le esperienze arbitrali raccontate sono state bellissime e molti giovani si sono emozionati».

di Giovanni Aruta

thumbfooter1_12962 thumbfooter2_12962

12939

Sezione di Nocera Inferiore

Lo storico incontro in Vaticano con Papa Francesco

Un pellegrinaggio indimenticabile, un’emozione per sempre. Lo scorso 26 ottobre un nutrito gruppo di associati della Sezione Arbitri di Nocera Inferiore, guidati dal neo eletto Presidente Carmine La Mura e dalla sua squadra, hanno “incontrato” Papa Francesco, partecipando all’Udienza Generale in Piazza San Pietro.
Tanti i fischietti, che insieme a numerosi familiari, sono giunti di buon’ora in Piazza, dove si sono accomodati tra le prime file mescolandosi con gli innumerevoli pellegrini provenienti da ogni parte del Mondo, per ascoltare le parole del Santo Padre che ha invitato tutti «ad accogliere chi è straniero e vestire chi è nudo».
Il gruppo di arbitri, che colorava la piazza indossando la Divisa celeste, ha fatto sentire tutto il suo calore ed entusiasmo rispondendo al saluto del Papa fischiando e sventolando i cartellini gialli e rossi. «Ricevere la benedizione dal Santo Padre è stato – afferma il Presidente Carmine La Mura -un’emozione unica, resa ancora più significativa dalla consegna al Papa della divisa personalizzata, corredata dagli immancabili cartellini rossi e gialli e da un piatto di ceramica vietrese dipinto a mano».
Dopo l’Udienza del Santo Padre tutti i partecipanti hanno trascorso diverse ore in relax per le vie del centro della Città eterna con l’immancabile foto ricordo scattata proprio all’ingresso della maestosa Piazza San Pietro. Una lunga e splendida giornata, quindi, vissuta tra spiritualità e associazionismo, con l’attraversamento della Porta Santa e la visita alla maestosa Basilica di San Pietro.
Un’altra utile occasione, che ha permesso di essere ancora più coesi ai fischietti della Sezione di Nocera Inferiore, presenti in massa all’iniziativa: erano, infatti, presenti arbitri, assistenti ed osservatori, tanto delle categorie locali e regionali che nazionali per un totale di oltre centotrenta partecipanti tra associati e familiari.
Soddisfatto a fine giornata il Presidente La Mura che ha condiviso con tutti i partecipanti all’importante evento quanto questi momenti siano importanti per lo spirito di gruppo, oltre che stimolo di aggregazione per la grande famiglia dell’AIA. La Mura, che nel corso della giornata ha ringraziato più volte quanti, in tanti, hanno collaborato sin dal mese di giugno all’organizzazione di questo importante e gioioso evento fra cui il Consigliere Sossio D’Errico. Si è detto certo che l’esempio di Papa Francesco rappresenti una ricchezza per tutti ed ha sottolineato come la partecipazione all’Udienza sia stata un’occasione memorabile per la Sezione AIA di Nocera Inferiore, arricchendo tutti coloro i quali hanno partecipato all’evento e rappresentando, nel contempo, motivo di grande orgoglio per l’intero gruppo.

di Giovanni Aruta

thumbfooter1_12939 thumbfooter2_12939 thumbfooter3_12939 thumbfooter4_12939 thumbfooter5_12939 thumbfooter6_12939 thumbfooter7_12939a